BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

INDONESIA/ Sharia: condannata a 23 frustate per essersi avvicinata al fidanzato

In alcune regioni dell'Indonesia la sharia la legge islamica viene applicata in ogni suo dettaglio, ecco il caso di una ragazza di 20 anni frustata in pubblico

Immagine dal web Immagine dal web

In diverse regioni dell'Indonesia ormai da anni è stata introdotta la sharia, la legge islamica, seppur con applicazioni differenti. Una di queste regioni è la provincia autonoma di Aceh nel nord ovest dell'isola di Sumatra dove la sharia è applicata nei dettagli. L'ultimo caso riguarda una ragazza di 20 anni condannata a 23 frustate davanti alla locale moschea per essere stata vista in compagnia del fidanzato e "troppo vicina" a lui. Secondo la legge islamica infatti prima del matrimonio le coppie devono frequentarsi il meno possibile e soprattutto evitare ogni tipo di contatto fisico. Quel giorno, oltre la ventenne, altre 13 persone tra i 21 e i 30 anni hanno subito la stessa sorte, tra cui sei coppie condannate per essere state sorprese in contatti fisici con i propri fidanzati. A una donna di 22 anni è stata risparmiata la punizione perché incinta, ma è stata avvertita che verrà frustata una volta partorito. La giovane è stata punita alla presenza di poliziotti con 23 colpi di canna sulla schiena mentre era inginocchiata col viso rivolto a terra. Nella provincia di Aceh la legge islamica è applicata con fermezza: sono vietati il gioco d'azzardo, il consumo di alcolici e l'omosessualità.

© Riproduzione Riservata.