BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RIFUGIATI/ I dieci paesi che ospitano più della metà dei 21 milioni di profughi al mondo

Un nuovo rapporto di Amnesty International denuncia la impari distribuzione dei 21 milioni di profughi nei paesi di tutto il mondo, con numeri che fanno vergognare i paesi occidentali

Foto LaPresse Foto LaPresse

Secondo Amnesty International, sono circa 21 milioni le persone costrette a lasciare i propri paesi per cause come guerra, povertà, fame, persecuzioni, violenze. Quello che lascia sbigottiti, a fronte di polemiche furiose, costruzioni di muri, referendum, frontiere chiuse e nazionalismo insorgente, è che dei dieci paesi al mondo che ospitano il 56% di questi rifugiati, nessuno sia europeo. Nel rapporto pubblicato oggi dall'organizzazione infatti la sola Giordania, il paese che ne ospita di più, grande all'incirca come la Svizzera, ne ospita 2 milioni e 700mila a fronte degli 8mila ospitati ad esempio dal Regno Unito. Al secondo post la Turchia con 2 milioni e 500mila persone, quindi il Pakistan con 1 milione e 600mila, il Libano con 1 milione e 500mila, l'Iran con 979.400, l'Etiopia con 736.100, il Kenya con 533.900, l'Uganda con 477.200, la Repubblica democratica del Congo con 383.100 e infine il Chad con 369.500. Tra i dati resi noti dal rapporto risultano ineguaglianze clamorose come il caso del Libano, paese con 4,5 milioni di abitanti e una superficie di 10mila chilometri quadrati che ospita un milione e mezzo di persone e l'Irlanda, con una popolazione di 4,6 milioni e una superficie di 70mila chilometri quadrati che ne ospita invece 758. Tra i paesi occidentali quello che ne ospita il maggior numero è il Canada, circa 30mila.

© Riproduzione Riservata.