BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIFUGIATI/ I dieci paesi che ospitano più della metà dei 21 milioni di profughi al mondo

Pubblicazione:mercoledì 5 ottobre 2016 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 5 ottobre 2016, 15.17

Foto LaPresse Foto LaPresse

Secondo Amnesty International, sono circa 21 milioni le persone costrette a lasciare i propri paesi per cause come guerra, povertà, fame, persecuzioni, violenze. Quello che lascia sbigottiti, a fronte di polemiche furiose, costruzioni di muri, referendum, frontiere chiuse e nazionalismo insorgente, è che dei dieci paesi al mondo che ospitano il 56% di questi rifugiati, nessuno sia europeo. Nel rapporto pubblicato oggi dall'organizzazione infatti la sola Giordania, il paese che ne ospita di più, grande all'incirca come la Svizzera, ne ospita 2 milioni e 700mila a fronte degli 8mila ospitati ad esempio dal Regno Unito. Al secondo post la Turchia con 2 milioni e 500mila persone, quindi il Pakistan con 1 milione e 600mila, il Libano con 1 milione e 500mila, l'Iran con 979.400, l'Etiopia con 736.100, il Kenya con 533.900, l'Uganda con 477.200, la Repubblica democratica del Congo con 383.100 e infine il Chad con 369.500. Tra i dati resi noti dal rapporto risultano ineguaglianze clamorose come il caso del Libano, paese con 4,5 milioni di abitanti e una superficie di 10mila chilometri quadrati che ospita un milione e mezzo di persone e l'Irlanda, con una popolazione di 4,6 milioni e una superficie di 70mila chilometri quadrati che ne ospita invece 758. Tra i paesi occidentali quello che ne ospita il maggior numero è il Canada, circa 30mila.



© Riproduzione Riservata.