BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARI/ Trump e l'Iran, primo grattacapo del post-Obama. E i sauditi...

Pubblicazione:

Salman dell'Arabia Saudita con Al Sisi (LaPresse)  Salman dell'Arabia Saudita con Al Sisi (LaPresse)

Anche in recenti interviste, Trump ha ribadito la necessità di risolvere al più presto il conflitto in Siria, con modalità che non prevedono l'abbattimento del regime di Assad, come chiesto da Obama e, in particolare, dalla Clinton. La soluzione che si può ipotizzare di un accordo con la Russia sarebbe probabilmente osteggiata dall'Arabia Saudita, e lascerebbe insoddisfatta la Turchia, ma sarebbe la più coerente con l'impegno preso da Trump di combattere con maggiore decisione il terrorismo di matrice islamica.

Si potrebbe obiettare che in questo modo verrebbe ancor più esaltato il ruolo della Russia in questo importante scacchiere, ma Trump ha più volte ripetuto di essere  contrario al concetto, finora centrale nella politica estera americana, di "nation builder", cioè costruttori di Stati (altrui). E nel Medio Oriente la politica delle precedenti amministrazioni, lungi dal portare una pax americana, ha prodotto una disastrosa guerra di tutti contro tutti.

 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.