BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRUMP PRESIDENTE USA/ Il terremoto Donald e la faglia di New York

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Donald Trump e Mike Pence (LaPresse)  Donald Trump e Mike Pence (LaPresse)

Alla fine l'America non ha voluto dare four more years alla lunghissima presidenza iniziata nel 1988 con Bush Padre e apparentemente destinata a continuare con Clinton Moglie. La Fine della Storia — teorizzata da Francis Fukuyama ad Harvard nell'anno dell'elezione di Bill Clinton — è dunque finita. Era già entrata in crisi l'11 settembre 2001 e il 15 settembre 2008. Ma solo il 9 novembre 2016 diventa chiaro che il mito della globalizzazione tecnologica e finanziaria — con annesso export di democrazia — non è più il Sogno Americano, non ci crede più nemmeno l'America. Forse non è chiaro neppure a Trump, stamattina quale sarà la Next Thing. Forse nemmeno lui — come già si prediceva di Hillary — sarà rieletto fra quattro anni. Però con lui alla Casa Bianca le cose dal 20 gennaio cominceranno a cambiare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
09/11/2016 - Un articolo serio (ALBERTO DELLISANTI)

Ne hanno fatte e dette di tutti i colori. Nell'establishement americano, e nell'establishement italiano. Renzi ha tanto sognato ad occhi aperti, su un palco della TV, dicendoci l'amor suo per Obama, per il "grandissimo" Obama...struggimento e grande baldanza...Non ricordo se da Mentana, o da Renzi o dalla Boschi, ho sentito dire che il 73% (!!!) degli italiani (se nei panni di cittadini americani) avrebbero votato per la Clinton...Buhm. Quanti giornalisti, quanti politici ci hanno catechizzato... Grazie al Dottor Quaglio per la sua individualità personale. Professionista del "Sole 24 Ore", qui in perfetta resa da "Sussidiario". Informazione di tipo essenziale. In un giorno storico.