BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PRIMARIE USA/ Luttwak: attenzione a Kasich, vincerà lui (e la Clinton)

Pubblicazione:

John Kasich (Infophoto)  John Kasich (Infophoto)

PRIMARIE USA CHI VINCERA'? TRUMP E SANDERS SENZA FUTURO. OCCHIO A KASICH E ALLA CLINTON. IL PRONOSTICO DI LUTTWAK. “La meteora di Trump sta già declinando e gli stessi Cruz e Bush sono finiti. Il vero vincitore della maratona delle primarie sarà John Kasich, un repubblicano molto moderato e soprattutto con un’esperienza di governo nello Stato dell’Ohio”. E’ la previsione di Edward Luttwak, economista, politologo e saggista, secondo cui “la sfida Clinton-Sanders è ancora tutta aperta, ma l’idea di sinistra del senatore del Vermont è troppo intellettuale per essere compresa da neri e immigrati di origini messicane”. Le primarie repubblicane in New Hampshire sono state dominate da Donald Trump con il 35,1% dei voti, Kasich ha preso quasi il 12%, Ted Cruz l’11,6%, Jeb Bush l’11,1% e Marco Rubio, dopo essere stato fatto a pezzi da Chris Christie nell’ultimo confronto tv, si è fermato al 10,6%. Mentre sul fronte democratico Sanders ha preso il 60% e la Clinton il 38,4%.

 

Dopo la vittoria di Trump e Sanders l’America si risveglia più estremista?

No, niente affatto. Quello che è significativo è che tra i candidati repubblicani, il meno estremista sembrava venuto dal niente eppure in New Hampshire ha conquistato il secondo posto. Mi riferisco a John Kasich, governatore di uno Stato importante e molto probabilmente il nuovo candidato alla Casa Bianca. Ricordiamoci del resto che l’Ohio ha dato molti presidenti agli Stati Uniti.

 

Trump però è in testa come numero di delegati …

In questa fase contare i delegati è una perdita di tempo, perché niente è stato definito o finalizzato. I delegati non contano.

 

Che cosa fa di Kasich il nuovo candidato repubblicano in pectore?

Kasich è un repubblicano molto moderato, e dopo essersi classificato secondo in New Hampshire comincia a ricevere il sostegno, l’appoggio e i soldi. La meteora di Trump intanto sta calando molto rapidamente, e come sempre si va verso l’ascesa di candidati moderati. Nelle elezioni americane è una dinamica già vista: all’inizio partono bene i candidati più estremisti, ma alla lunga prevalgono quelli moderati.

 

Basta essere moderati per vincere?

No, ma Kasich riveste anche il ruolo di governatore dell’Ohio, e quindi non è il primo arrivato in quanto può vantare un’esperienza nella gestione del potere esecutivo. Dopo quello che è successo con Obama, gli americani vogliono un presidente che abbia già un’esperienza di governo. Kasich si trova dunque in un’ottima posizione, fin dall’inizio era una figura promettente e dopo il New Hampshire ha iniziato anche ad affermarsi.

 

Come vede invece Jeb Bush e Ted Cruz?

Sono entrambi già fuori dai giochi. Bush a questo punto è finito, ma Cruz non aveva nessuna chance fin dall’inizio. Cruz infatti non è moderato, anzi rappresenta una corrente molto estremista.

 

Come vede invece la situazione sul fronte democratico?


  PAG. SUCC. >