BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS SIRIA/ Samir: a Obama non piace il piano di Putin? Smetta di finanziare l'Isis

Pubblicazione:lunedì 15 febbraio 2016

Barack Obama (Infophoto) Barack Obama (Infophoto)

Per preservare la pace occorre accordo tra i vari Paesi contro Daesh e a favore di un cessate il fuoco che sia rispettato sia dal governo sia dall’opposizione. Il problema nell’attuale fase non è attuare riforme politiche in Siria, bensì salvare i milioni di innocenti che si trovano in una situazione disastrosa. Queste famiglie sono prive di casa, acqua, cibo, e ciò ricade anche sulle spalle dell’Europa, prima ancora che di Russia e Stati Uniti.

 

Va privilegiato l’aspetto umanitario?

Sì. Dalla seconda guerra mondiale in poi in Medio Oriente non si era mai vista una tragedia paragonabile a tutti questi migranti che non hanno di che vivere e agli oltre 250mila morti. La priorità deve essere quindi un accordo per il cessate il fuoco, e perché questo avvenga occorre un’alleanza che coinvolga il più vasto numero di Paesi possibili.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
15/02/2016 - situazione Siria (Maria Elena Petrazzini)

E' certo che il proposito di togliere Assad deve prima avere la precisa intenzione di avere qualcuno da mettere al suo posto. Non si può pensare, come accaduto in altri paesi (vedi Iraq, Libia, ecc.), togliere un capo, seppur discutibile, se non si ha una chiara alternativa, altrimenti risulta soltanto il caos... con grande interesse degli estremisti terroristi e assassini... Obama parla dalla sua lontana America, forse Putin ha qualche pensiero più chiaro, almeno lo spero... Mariele