BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ATTENTATI A BRUXELLES/ Quello scambio fede-petrolio che ha rovinato il Belgio di re Baldovino

Pubblicazione:giovedì 24 marzo 2016

Soccorsi sul luogo dell'attentato Soccorsi sul luogo dell'attentato

Il processo in atto in questi sobborghi fa sì che quando un cittadino belga vede che la metà degli inquilini del suo palazzo sono musulmani, è tentato di abbandonarlo per andare altrove. Questo trasforma alcuni quartieri automaticamente in ghetti. Quando la popolazione immigrata diventa concentrata, e non distribuita sull’intero territorio nazionale, la tendenza diventa quella di parlare la loro lingua d’origine. L’integrazione diventa così un concetto astratto.

 

Come si può combattere il radicalismo delle banlieue?

Ci vogliono sia il “bastone” dell’intelligence sia la “carota” dell’educazione. E’ inoltre indispensabile una politica migratoria meno permissiva: troppe concessioni non favoriscono l’integrazione.

 

L’islam belga ha dei legami diretti con l’Isis?

Sì. Il Belgio ha il più alto numero di foreign fighter in Europa, si parla di oltre 400 partiti per Siria e Iraq. Su 33 di loro che sono stati individuati, provenivano tutti da Anversa o da Vlvoorde. Ma ancora prima della nascita dell’Isis, in Belgio si contavano già 11 partiti islamisti. Uno di questi, chiamato Partito Cittadinanza e Prosperità (PCP), lottava per diffondere idee che si contrappongono completamente ai valori europei di libertà, democrazia e pluralismo.

 

Quali altre città europee hanno dei ghetti simili a quelli di Bruxelles?

Elevate concentrazioni di musulmani si registrano soprattutto a Londra e Manchester. In altre città europee ci sono invece diversi quartieri popolati da arabi cristiani. In Francia per esempio c’è Sarcelles, nell’Ile-de-France, popolata da assiri e caldei. In Svezia è famosa la cittadina di Sodertalje, a sud di Stoccolma, un terzo dei cui abitanti sono cristiani mediorientali, tanto da essere soprannominata Mesopotaljie. E per lo stesso motivo, negli Usa un quartiere di Detroit a partire dal 1999 è stato ribattezzato Chaldean Town.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.