BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIARIO ARGENTINA/ Il "ritorno in scena" di Cristina Kirchner

Pubblicazione:

Cristina Kirchner (Infophoto)  Cristina Kirchner (Infophoto)

I soldi finivano a una società di hotel gestita da Maximo Kirchner, la "Hotesur", in cambio di affitti di centinaia di camere mai sfruttate. E questo costituisce la terza causa a cui è chiamata la Kirchner a rispondere. Le altre sono direttamente connesse al suo potere, come quella in cui è stato arrestato l'ex ministro dei Trasporti Ricardo Jaime, per irregolarità nella gestione e fornitura di materiale ferroviario e relative tangenti, oppure l'ex vicepresidente Amado Bodou, che per conto di Nestor Kirchner comprò un'impresa che stampava banconote, appartenente alla famiglia Ciccone.

Ma l'ex famiglia presidenziale non poteva mancare pure nell'indagine "Panama Papers", dove una società a essa legata, la "Aldyne Ltd" viene segnalata dal quotidiano francese "Le Monde", come una di quelle che ha sfruttato il nome della Croce rossa per deviare capitali verso il paradiso fiscale del Nevada: in questo caso si tratta di una cifra di 35 milioni di dollari. Anche il recentemente eletto Presidente Macri figura nell'indagine panamense, con alcune società registrate presso l'ormai famosa firma "Mossack Fonseca". Si tratta di operazioni registrate a suo tempo presso la società di controllo Afip, nelle quali Macri figura come appartenente al consiglio di amministrazione di società fittizie del padre, Franco. Per il momento è in corso una denuncia, portata avanti dal magistrato Federico Delgado, presentata dal deputato del kirchnerista Fpv Dario Martinez, che lo accusa di "Omissione di dichiarazione giurata".

"So che c'è gente preoccupata con le denunce per il caso Panama papers che mi coinvolgono, però sono molto tranquillo perché ho rispettato la legge", ha dichiarato Macri, aggiungendo: "Mi presenterò davanti alla Giustizia Civile con tutta la documentazione che mi verrà richiesta per dimostrare di non aver nascosto nulla nella dichiarazione presentata nel 2007". Inoltre, ha posto tutti i suoi beni sotto il controllo di referenti anonimi per tutta la durata del suo mandato, durante il quale non potrà essere informato sulla loro gestione.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.