BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AEREO EGYPTAIR/ Giulietto Chiesa: sono stati i neocon Usa per colpire Hollande e al Sisi

Pubblicazione:venerdì 20 maggio 2016 - Ultimo aggiornamento:venerdì 20 maggio 2016, 7.05

Foto dal web Foto dal web

Non necessariamente, anzi non credo.

 

Fonti dell’amministrazione Obama hanno parlato di una bomba …

Appunto, questo conferma la mia tesi.

 

Quanto contano oggi i neocon negli Stati Uniti?

I neocon hanno elaborato la strategia politica degli Stati Uniti negli ultimi 15 anni. E’ da lì che vengono l’ispirazione e i soldi che stanno dietro all’abbattimento dell’Airbus EgyptAir.

 

Come fanno ad avere le risorse per corrompere i servizi segreti degli altri Paesi?

Trovano le risorse ignorando le regole di bilancio. L’Arabia Saudita, che è una filiale della Cia, negli ultimi anni ha accumulato 10-12 trilioni di dollari. E’ quindi uno gioco da ragazzi trovare un miliardo di dollari per corrompere 500 agenti di polizia e servizi segreti in modo che mettano una bomba.

 

Perché i servizi francesi non sono riusciti a sventare l’attentato?

Perché fino a ieri la Francia di Hollande è stata una pedina nelle mani degli Usa. Il fatto che ora Parigi chieda la fine delle sanzioni alla Russia è visto da chi è al potere come una provocazione intollerabile. Il potere infatti non ammette degli alleati a metà.

 

Il caso Regeni è estraneo a questa vicenda dell’Airbus EgyptAir?

No, il caso Regeni fa parte di questa stessa strategia. L’uccisione del ricercatore italiano è stata montata ad arte per colpire tanto l’Egitto quanto l’Italia, che aveva avviato una politica di riguardo verso il Cairo. Si è creata quindi una trappola politica, nella quale sono caduti naturalmente la stragrande maggioranza dei commentatori italiani. Questi ultimi invece di fare gli interessi dell’Italia, stanno facendo quelli di una cosca mafiosa e criminale che sta organizzando il terrorismo in tutto il mondo.

 

Perché la politica di Al-Sisi dà fastidio?

Non si vuole colpire Al-Sisi ma l’Egitto in quanto tale. Quest’ultimo non va bene in quanto è un Paese relativamente stabile, e dunque bisogna distruggerlo. Si stanno creando le condizioni per abbattere l’Egitto anche dal punto di vista economico. L’obiettivo è fare saltare Al-Sisi per mettere al suo posto i Fratelli musulmani.

 

Perché i neocon vogliono creare il caos in Medio Oriente?

Perché gli Stati Uniti stanno precipitando a una velocità vertiginosa, e i neocon hanno capito che prima che ciò avvenga bisogna mettere tutto il mondo in uno stato di guerra. Se non si fa così l’America perderà il suo ruolo di dominio imperiale.

 

Se i neocon sono così potenti, perché non riescono a vincere le elezioni Usa?

Come no, le vinceranno eccome.

 

E con chi?

Se vince la Clinton i loro problemi sono già risolti, in quanto l’ex first lady ha le stesse identiche posizioni dei neocon. Hillary è una guerrafondaia fanatica e pericolosa. Dal momento che è una donna di scarsa intelligenza, come peraltro suo marito, mira al potere e di conseguenza si fa manovrare facilmente.

 

E se vincesse Trump?

Se vince Trump lo rimetteranno al suo posto come hanno già fatto altre volte, per esempio con Kennedy.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
20/05/2016 - Una perfetta analisi da uno molto ben informato (Massimo Vignati)

E' proprio un peccato che mi sia perso l'annuncio sul NYT dove i servizi deviati cercavano 500 agenti da pagare per fare l'attentato!!

 
20/05/2016 - BEL TEOREMA, MA PUR SEMPRE UN TEOREMA (Pierluigi Piccinini)

"Un teorema è una proposizione che, a partire da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, trae delle conclusioni, dandone una dimostrazione." Non hanno ancora rinvenuto il relitto, ed ovviamente nemmeno la scatola nera. Fatti certi ancora pochissimi. Ma c'è già il teorema confezionato, con asserzioni indubitabili, senza prudenze che non lasciano spazio ad altre ipotesi. Teorema plausibile, certo, ma uno dei 10 o 20 possibili.

 
20/05/2016 - Perplesso (Nicola Marai)

Ma perché dare voce a una tesi così sperticata e non fondata? A che scopo? È informazione o dietrologia?