BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

ABORTO/ Il South Carolina vieta l'interruzione della gravidanza dopo la 20esima settimana

Il South Carolina approvando apposita legge si è unito ad altri tredici stati americani che vietano l'interruzione di gravidanza dopo la ventesima settimana ecco di cosa si tratta

Immagine di archivioImmagine di archivio

Credo fermamente che la vita cominci al momento della concezione e qualunque cosa possiamo fare per proteggere la vita la faremo. Così ha commentato il governatore repubblicano della South Carolina Nikki Haley dopo che il suo progetto di legge è sto approvato a larga maggioranza dai rappresentanti dello stato. La nuova legislazione proibisce l'aborto dopo la ventesima settimana (normalmente si pratica anche alla 28esima settimana) a meno che la vita della madre non sia a rischio o i medici dichiarino che il feto nascerà morto. La legge nazionale americana sull'aborto lascia liberi i singoli stati di definire i tempi limite dicendo che si può scegliere tra la 24esima e la 28esima settimana e lo stesso principio approvato dalla South Carolina è già riconosciuto in altri tredici stati mentre al momento è bloccato per controversie legali in altri tre stati. 

© Riproduzione Riservata.