BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BREXIT/ Mauro: se la Gran Bretagna esce, la prima a saltare è la Francia

Pubblicazione:giovedì 16 giugno 2016

David Cameron con Angela Merkel (Infophoto) David Cameron con Angela Merkel (Infophoto)

No. Per una semplice ragione, la stessa che in questo momento rende impossibile un'aggregazione del centrodestra. Quasi tutti in Forza Italia sono europeisti a tutto tondo, e quasi tutti quelli della destra italiana si sono riscoperti antieuropeisti. Se vince il Remain la nuova leadership del centrodestra italiano non potrà che fare i conti con questo. Il mio suggerimento a chiunque, per esempio al cosiddetto lepenista Salvini, è quello di passare dal "basta Europa" a un "cambiamola sul serio". 

 

Come ne usciamo?

Primo, dobbiamo uscirne. Il perché lo disse bene Winston Churchill nel suo discorso del 1946 all'Università di Zurigo. Il nostro problema, disse Churchill, nasce dalla Germania. Torneremo a farci la guerra (ne era appena finita una) a meno che non ci venga in mente di "costruire una sorta di Stati Uniti d'Europa". Un argomento ripreso anche da Cameron: se volete usciamo, ma tra dieci anni c'è la guerra. Quello che ho detto prima di Schäuble, in effetti, lo fa pensare.

 

Cosa si deve fare con la Germania?

Si può ragionare con la Germania solo se si riesce a tenerla sotto il tallone degli obblighi di carattere economico strategico. Avendo gli Stati Uniti rinunciato al ruolo di guardiano del mondo, la Germania ha ricominciato a fare da sola. La cosa peggiore sarebbe se tra sei mesi scoprissimo che la Germania, senza alcuna mediazione europea o americana, fa direttamente patti con la Russia.

 

(Federico Ferraù)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
16/06/2016 - il problema di fondo (Fabrizio Terruzzi)

se non si identifica il problema nei suoi giusti termini non se ne uscirà mai. E il problema non è tanto e solo l'integrazione politica ma l'integrazione economica a tutto tondo. L'area valutaria "ottimale" (secondo Mundell) si realizza solo se c'è un travaso fra aree forti/ricche e aree deboli/povere. Merkel (& C) dimostra di non aver capito niente quando dice "venite siriani anche in un milione, abbiamo bisogno di lavoratori". Avrebbe dovuto sostituire la parola siriani con quella di "greci". E se da una parte chiede ai greci si stringere la cinghia dall'altra avrebbe dovuto offrire/favorire investimenti tedeschi in Grecia. Mentre oggi il discorso è suppergiù questo: "voi tirate la cinghia e in compenso vi daremo i soldi per ripagare i debiti che avete verso di noi"!! Senza travaso economico, il più forte lo diventerà sempre di più a scapito del più debole che prima o dopo dovrà difendersi ripristinando barriere valutarie o doganali. Se appunto il problema non viene identificato nei suoi giusti termini come si può avere fiducia nel futuro dell'Europa?

 
16/06/2016 - commento (francesco taddei)

sig. mauro, gli inglesi hanno a cuore il proprio paese e pensano che l'identità nazionale sia un dono di dio. i politici italiani come lei pensano che l'italia dovrebbe scomparire nel superstato europeo dove si parlano tre lingue e l'identità nazionale non esista. forza brexit.