BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REFERENDUM BREXIT/ Blond (Uk): l'euro è un disastro, ma uscire è peggio

Pubblicazione:mercoledì 22 giugno 2016

Infophoto Infophoto

REFERENDUM BREXIT. Ancora 24 ore al referendum britannico per decidere se rimanere o uscire dall’Unione Europea. L’uccisione della parlamentare laburista pro-Europa, Jo Cox, ha suscitato commozione negli ultimi giorni prima del voto. Sia il premier conservatore David Cameron sia il leader laburista Jeremy Corbyn hanno reso omaggio alla deputata laburista uccisa. Segno di una polemica pre-referendum sempre più aspra, il fronte euroscettico è giunto ad accusare Cameron di strumentalizzare la morte di Jo Cox per fini elettorali. Intanto la partita è ancora aperta, e gli ultimi sondaggi parlano di un leggero prevalere di quanti intendono rimanere nell’Unione Europea. Per Phillip Blond, teologo anglicano e direttore del think-thank Respublica, “nonostante il progetto europeo contenga numerosi errori e abbia un disperato bisogno di riforme, le alternative sono ancora peggiori. Il Regno Unito deve quindi rimanere dalla parte dell’Europa con il compito di riformarla”.

 

Lei è favorevole o meno a un’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea?

Voglio fortemente che il Regno Unito rimanga nell’Ue, innanzitutto perché io credo nell’idea di Occidente, nel ruolo culturale ed economico dell’Europa, nei valori provenienti da Grecia, giudaismo, cristianità e Roma, e sono convinto che l’insieme di questi valori sia una peculiarità soltanto all’Europa. Ci sono molte cose sbagliate nell’Europa, a partire dal progetto della moneta unica che è stata un disastro soprattutto per Paesi come l’Italia, la Spagna, il Portogallo e la Grecia. L’attuale Europa inoltre è dominata dalla Germania, e questo è sbagliato proprio come il fatto che si sia impedito l’ingresso alla Turchia, che è il secondo Paese europeo più popoloso dopo la stessa Germania.

 

Allora perché secondo lei vale la pena rimanere comunque nell’Ue?

Nonostante il progetto europeo contenga numerosi errori e abbia un disperato bisogno di riforme, le alternative sono ancora peggiori e includono un ritorno al razzismo, al fascismo, al settarismo di ogni sorta. Per tutti questi motivi ritengo che il Regno Unito debba rimanere dalla parte dell’Europa, con il compito di riformarla.

 

Come è cambiata l’opinione pubblica britannica dopo l’uccisione di Jo Cox?

Il tragico omicidio di Jo Cox è ancora al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica. Una minoranza dei sostenitori della Brexit si appella idealmente al nazionalismo britannico, e l’uccisione di Jo Cox ha messo sotto gli occhi di tutti che cosa può significare e come può apparire questo nazionalismo. In questo dibattito alcuni sostenitori della Brexit, l’ex sindaco di Londra Boris Johnson, e il leader dell’Ukip, Nigel Farage, sono stati accusati di razzismo. Personalmente ritengo comunque terribile che un delitto come l’uccisione di Jo Cox sia avvenuto nel mio Paese.

 

Lei ritiene che da un punto di vista economico una Brexit sarebbe positiva o negativa per il Regno Unito?


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
22/06/2016 - Appunto,gli Inglesi sono flemmatici e saggi. (orazio bacci)

Vedo bene l'uscita dell'Inghilterra dall'unione Europea,sarebbero saggi.

 
22/06/2016 - Prima ero entusiasta euro ed Europa. (orazio bacci)

Le cose adesso sono cambiate e la vedo molto grigia Brexit compresa.