BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BANGLADESH/ Donna cattolica bruciata viva, si salva per miracolo

Alcune persone di cui non si conosce l'identità hanno cercato di bruciare viva una donna cristiana di un villaggio del Bangladesh, la quale si è salvata solo grazie ai parenti

Immagine dal web Immagine dal web

La strage di Dacca, come già si sapeva, non è stata un caso isolato. In Bangladesh da tempo islamici fondamentalisti danno la caccia ai cristiani e altre minoranze, intellettuali compresi, gli episodi di persecuzione sono numerosissimi. L'ultimo in ordine di tempo, come riporta l'agenzia AsiaNews, è di queste ore. Una donna di fede cristiana cattolica che vive con l'anziana madre, si è salvata per un pelo da un tentativo di bruciarla viva. Era notte fonda, ha raccontato: «Ho sentito le fiamme bruciarmi la pelle e ho cominciato a piangere per il dolore». Alcuni sconosciuti erano entrati nella sua casa, l'avevano cosparsa di benzina e dato fuoco. Le sue urla sono state sentite dai parenti che abitano accanto che sono riusciti a spegnere le fiamme e portarla in ospedale dove è stata curata. Essendo molto povera non può permettersi le cure ulteriori di cui avrebbe bisogno. Il villaggio dove vivono molti cristiani è quello di Kajura nel sudovest del paese. Al momento nessuno ha rivendicato il gesto contro la donna.

© Riproduzione Riservata.