BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOLPE FALLITO IN TURCHIA?/ Tutti i perché (e i rischi) dell'imbroglio di Erdogan

In piazza a Istanbul dopo lo scampato golpe (LaPresse) In piazza a Istanbul dopo lo scampato golpe (LaPresse)

Inoltre, potrebbe mettere in discussione gli accordi di collaborazione tra Ankara e Bruxelles per quanto riguarda il contrasto al terrorismo e la crisi dei rifugiati. Uno scenario che rischia di complicare le già difficili relazioni tra alcuni stati membri dell'Unione e la Turchia, e che avrebbe conseguenze ancora da valutare per l'intera regione mediterranea.
Per non fare naufragare il suo progetto neo-ottomano, il presidente Erdogan sarà costretto a più di una piroetta tattica, compresa la finzione più inquietante. Ritenere cioè che molti intorno a lui e nelle principali capitali occidentali e mediorientali non sapessero quanto stava per accadere.
Il tentativo di colpo di Stato è ragionevolmente attribuibile ai seguaci dell'ex sodale di Erdogan, l'imam Gülen. I militari turchi non si sono mai mossi senza il via libera degli Usa, che hanno commentato gli eventi solo dopo alcune ore. Il sultano è isolato all'estero, ma popolarissimo in patria. Questo lo fa sentire forte; nello stesso tempo sa di aver fatto molti errori. Che forse a Washington non sono disposti a perdonare. Il rischio che come altri ras mediorientali possa inseguire il mito dell'autosufficienza islamica e magari proporsi come faro della Fratellanza musulmana, c'è tutto.
"La colpa anche se è bella nessuno la sposa". Proverbio turco tra i più raffinati. Molti, e non solo a Washington, ritengono che la colpa di ciò che sta accadendo nell'area euro-mediterranea e medio orientale dalle primavere arabe in poi sia anche di Erdogan.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/07/2016 - Pure io sono convinto di messa in scena! (orazio bacci)

Erdogan ha fatto una porcata per avere più potere, è tutto molto logico!

 
17/07/2016 - E Renzi? (Giuseppe Crippa)

Hollande dopo Nizza proroga lo stato di emergenza, Erdogan dopo Istambul ripristina la pena di morte, Renzi dopo… speriamo non ci sia nessun dopo, ma prima del suo referendum non vorrà inventarsi qualcosa?