BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GIAPPONE/ "Affitta un amico": 1000 yen all'ora per conversare con uno sconosciuto

Affittare uno sconosciuto per un'ora o due e poter conversare di quello che normalmente non si può: la risposta giapponese alla solitudine e alle rigide regole societarie

Tokyo Tokyo

Uno dei maggiori record di suicidi, una società dove il lavoro è una sorta di religione, megalopoli soffocanti e tanta solitudine. Questo è quello che risulta anche dall'ultima trovata (commerciale) del Paese del Sol Levante. Si chiama "affitta un amico", apposite agenzie per la modica cifra di 1000 yen all'ora, circa 10 dollari, mettono a disposizione di persone sole uno sconosciuto disposto a passare del tempo con loro, conversare e fare un po' di compagnia. Il business, come riporta l'agenzia AsiaNews, è in continua crescita: non solo anziani, ma anche studenti e studentesse si rivolgono in cerca di un amico in affitto. A pensare questa idea un uomo di mezza età, Takanobu Nishimoto, che l'aveva ideataper i suoi coetanei tra i 45 e i 55 anni, tra i più soli. Lui si è messo in affitto: gente che lo paga per un paio d'ore per stare ad ascoltarli. Ma non solo solitudine. Come spiega uno psicologo, la società giapponese è basata su regole molto rigide, ci sono cose che non si possono dire a seconda di chi ti rivolgi, e così con questi amici in affitto invece si può dire tutto quello che si vuole.

© Riproduzione Riservata.