BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS TURCHIA/ La domanda in sospeso dopo il fallito colpo di Stato

Lapresse Lapresse

Il ministro tedesco degli Esteri Frank-Walter Steinmeier, in un suo viaggio a Washington, ha reagito così allo "stato d'emergenza" dichiarato dalla Turchia: "Esso deve esser limitato allo stretto necessario e finito al più presto. Tutto il resto distruggerebbe il Paese e indebolirebbe la Turchia, sia all'interno che all'esterno". Politici turchi importanti twittano invece messaggi per far comprendere che lo stato d'emergenza non limiterà né la libertà di stampa, né quella di movimento. 

Alla fine della mia piccola ricerca mi sono chiesto che cosa sia credibile o meno in tutto ciò che leggevo: che cosa è storia, che cosa è ideologia? Lascio la domanda in sospeso, ma essa è sempre più urgente per comprendere questi tempi in cui le notizie degne di essere comprese accadono in un ritmo molto intenso. 

"Oggi - ha detto da qualche parte Bill Gates, riandando alle radici culturali della crisi - il nostro dibattito non è guidato dai fatti ma dall'ideologia… ci manca qualcosa di grosso". Non saprei individuare più precisamente il soggetto ("qualcosa di grosso") di questa mancanza, ma ne sento tutta l'urgenza, negli odierni dibattiti spesso guidati non dai fatti ma dall'ideologia.

© Riproduzione Riservata.