BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEO-POLITICA/ Le notizie “da nascondere” su Hillary Clinton

Pubblicazione:mercoledì 27 luglio 2016

Hillary Clinton (Lapresse) Hillary Clinton (Lapresse)

Di più, la rivista New Yorker, non certo tacciabile di simpatie per Trump, ha confermato che Bill Clinton ha ricevuto 500mila dollari come compenso per aver parlato a una conferenza di una banca d'investimento russa, molto legata al Cremlino, proprio nel corso della trattativa tra Mosca e Washington per la Uranium One. Detto fatto, il Dipartimento di Stato diede il via libera all'acquisizione russa del 20% degli assets in uranio statunitensi. Ma i Clinton sono una famiglia unita, vecchio stile americano e quindi non ci si scorda di nessuno. Ad esempio del fratello di Hillary, Tony Rodham, il quale siede nel consiglio di amministrazione di un'azienda mineraria che, casualmente, ha appena vinto una concessione per l'estrazione d'oro in una miniera appena scoperta ad Haiti, una delle due sole concessioni concesse in 50 anni in quel Paese. 

Certamente, la quantità di soldi che il Dipartimento di Stato ha paracadutato ad Haiti dopo il terremoto del 2009 e finita nelle tasche dei soliti noti e non nella ricostruzione, non avrà pesato per nulla sulla decisione. E cosa dire, tanto per restare nel campo delle casualità, del fatto che dopo essere stato ignorato per 8 anni dalla sua dipartita dalla Casa Bianca, di colpo Bill Clinton ha ricevuto 2 milioni di dollari dalla TD Bank per una serie di conferenze? Casualmente, la prima di queste si è tenuta solo quattro giorni dopo la nomina di Hillary Clinton a segretario di Stato. Stranamente, la TD Bank è il singolo maggior azionista della pipeline Keystone XL, la quale necessitava dell'approvazione del Dipartimento di Stato: detto fatto, alla faccia degli ambientalisti, la Clinton supportò il progetto e riuscì a spostare la decisione negativa che l'amministrazione Obama intendeva dare al riguardo. 

Potrei andare avanti all’infinito, ma l'articolo è già troppo lungo. La morale che ne traggo, però, è breve: Hillary Clinton rappresenta il peggio che la politica mondiale possa offrire e il suo approdo alla Casa Bianca sarebbe un disastro senza proporzioni. E gli americani pare comincino ad accorgersene, visto che nell'ultimo sondaggio della CNN su campione nazionale, Trump è avanti con il 48%, mentre la Clinton è al 45%. Ma, se volete, continuate pure ad ascoltare i Magnificat laici della Botteri. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
27/07/2016 - Grazie Sussidiario (ALBERTO DELLISANTI)

Il manicheismo della corazzata Clinton, attualmente Hillary, è desolante. Non faccio di ogni erba un fascio, Bush junior era diverso dai Clinton. Resta che un quarto di secolo governato da Bill, da George e da Barack (ben coadiuvato da Hillary nel primo mandato) ha abbassato l'immagine degli USA nel mondo e creato disastri geostrategici qua e là. Quel "fuck" a Lavrov glielo hanno proprio fatto germinare spontaneo. Dio benedica l'America, e schiere di Angeli Custodi la illuminino e la reggano nel prossimo turno elettorale.

 
27/07/2016 - Sir Bottarelli (Giuseppe Crippa)

Bottarelli è un giornalista economico e quindi non tratta argomenti che esulano dal suo campo di interesse. Ci sarebbero altre notizie relative alla Clinton – per esempio qui: http://www.panorama.it/news/esteri/obamamania/hillary-clinton-lesbica-presidente-usa/ - ma da vero gentleman Bottarelli non se occupa.