BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

BELGIO/ Sacerdote picchiato da un profugo che gli aveva chiesto di fare la doccia

Un migrante si è presentato a casa di un sacerdote belga chiedendo se poteva usare la doccia, ma poi ha tentato di rapinarlo e lo ha picchiato, ecco cosa è successo

Immagine dal webImmagine dal web

Ha aperto come sempre fa con chiunque, padre Jos Vanderlee, 65 anni, parroco della chiesa di Lanaken in Belgio. Erano quasi le tre del pomeriggio e qualcuno aveva suonato al suo campanello. Si è trovato davanti un migrante che gli ha chiesto se poteva usare la sua doccia per lavarsi. Padre Vanderlee non ci ha pensato due volte e lo ha accolto lasciandogli usare il bagno. Quando però l'uomo è ucciso gli ha detto di dargli tutti i soldi che aveva in parrocchia. Il prete si è rifiutato, e allora è stato picchiato violentemente poi l'uomo si è dato alla fuga. Le forze di polizia lo stanno cercando mentre il sindaco della città ha detto di non trattarsi di un episodio di terrorismo (per intendersi simile a quello in cui è stato sgozzato il sacerdote francese alcuni giorni fa), ma di un atto di criminalità. Resta il fatto che l'accoglienza offerta da un sacerdote mette a rischio la vita stessa di chi la pratica.

© Riproduzione Riservata.