BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI USA/ Mail & complotti, e se Hillary fosse più debole di Donald?

Pubblicazione:

Hillary Clinton alle prese con l'ennesimo selfie (LaPresse)  Hillary Clinton alle prese con l'ennesimo selfie (LaPresse)

Anche nel caso di Bengasi, la commissione di inchiesta della Camera dei Rappresentanti voluta dai repubblicani, pur criticando l'amministrazione Obama per come aveva gestito la sicurezza dell'ambasciatore, non sollevò imputazioni alla Clinton. Ora Wikileaks ha dichiarato di essere in possesso di mail che dimostrano come la Clinton fosse al corrente di un traffico di armi dalla Libia verso i ribelli siriani, cosa negata sotto giuramento da Hillary di fronte al Congresso. Immediato l'attacco dei repubblicani che, per voce del senatore Rand Paul, prospettano l'accusa di spergiuro nel caso fosse accertata la veridicità delle mail.
Barack Obama ha definito Hillary Clinton il candidato alla presidenza degli Stati Uniti più qualificato della storia e Donald Trump, invece, un pericolo per lo stesso sistema di governo statunitense. Secondo sondaggi recenti, i due terzi degli americani ritengono Hillary poco attendibile ed affidabile, lo stesso giudizio dato su Trump. Rimane forte l'impressione che per molti americani le prossime presidenziali saranno, più che una scelta politica, un problema di coscienza.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.