BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

COREA DEL NORD/ Si addormenta mentre Kim Jong-un parla: giustiziato a colpi di cannone

Due alti funzionari del governo del dittatore nordcoreano Kim Jong-un gioustiziati a colpi di cannone: la colpa di uno dei due era di essersi addormentati mentre lui parlava

Immagine dal webImmagine dal web

Sono due le ultime vittime del pugno di ferro del dittatore nordcoreano Kim Jong-un, in realtà definito da più fonti uno psicopatico più che un capo di stato. A finire nelle sue ire l'ex ministro dell'agricoltura Hwang Min, sembra per aver proposto alcune riforme che al leader massimo del paese sono sembrate una sfida personale a lui. Come si sa da decenni, da quando è stato istituito il regime comunista, la Corea del nord subisce carestie micidiali che uccidono milioni di persone per i piani economici e agricoli assolutamente demenziali voluti dal dittatore di turno. L'altra persona giustiziata invece ha commesso una "colpa imperdonabile": essersi addormentato a una riunione in cui Kim Jong-un stava parlando. Si tratterebbe di Ri Yong-jin funzionario del ministero dell'educazione. Come in casi precedenti sono stati giustiziati a colpi di cannone di contraerea, cioè praticamente disintegrati sul posto.

© Riproduzione Riservata.