BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS SIRIA/ Il piano per la "pace"? E' un golpe mascherato (ecco il documento)

Pubblicazione:lunedì 12 settembre 2016 - Ultimo aggiornamento:lunedì 12 settembre 2016, 16.57

In Siria (LaPresse) In Siria (LaPresse)

L'idea di fare almeno un referendum per saggiare la reale volontà popolare prima di auto-eleggersi "come legittimi rappresentanti del popolo siriano" e svendere il paese, neanche ha sfiorato la mente di questi paladini della "democrazia" che si atteggiano come padri costituenti del New Deal siriano. A meno che non sia proprio questo quello che si vuole ottenere, va da sé che un'agenda fatta in questo modo provocherà nel paese una conflittualità permanente.

Se l'accordo di cessate il fuoco di 12 giorni che va in vigore oggi ad Aleppo avrà come traguardo la realizzazione del piano senza emendarlo da cima a fondo, sarà come dire ai 400mila morti nella guerra siriana "abbiamo scherzato".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
12/09/2016 - Giù la maschera (claudia mazzola)

Bestiali e carnali come sempre... se non si ha come meta il bene comune.

 
12/09/2016 - Wishful thinking (Giuseppe Crippa)

Questa è la democrazia così come la vedono Obama e la Clinton e come la vorrebbe Renzi con il suo referendum.