BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DALLA GERMANIA/ La sconfitta della Merkel spiegata da una profuga dell'ex DDR

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Frauke Petry, leader di AfD, con Leif-Erik Holm (LaPresse)  Frauke Petry, leader di AfD, con Leif-Erik Holm (LaPresse)

Abbiamo parlato dei fatti occorsi qualche giorno fa a Bautzen, una piccola città ad est di Dresda, al confine con la Polonia, in cui 20 migranti hanno attaccato in modo violento un centinaio di estremisti di destra che li insultavano. Le ho chiesto come spiega questi fenomeni di mancata integrazione da un lato e di estremismo dall'altro. Come mai proprio nella parte di paese in cui ha regnato per anni il comunismo la destra è così politicamente presente, sia in forme extraparlamentari sia parlamentari, con la AfD? 

La signora Richter, che ovviamente mi ha fatto notare la differenza tra il motivo immigratorio di allora (tedeschi che arrivavano dall'est nella propria patria) e quello di oggi, dice che il grande problema è il concetto di "integrazione", che secondo lei è lasciato troppo nel vago. Non è chiaro quale sia il modello: in cosa devono integrarsi i migranti musulmani per esempio? Ricordando la sua esperienza, ha detto che chi viene ricevuto in un paese deve essere cosciente di essere "ospite" di questo paese e come tale deve anche comportarsi. Le ho chiesto che cosa ne pensa della politica di apertura senza limiti attuata dalla cancelliera nel 2015, oggetto di critica da parte di moltissime persone, in modo particolare nei nuovi Länder, come dimostrano i risultati delle ultime elezioni regionali. Il grande problema di questa politica di Angela Merkel, mi ha detto, è stata la mancanza di reale controllo. È giusto ospitare chi viene da una regione di guerra o di povertà economica, ma si sarebbe dovuto controllare in modo più preciso e severo chi entra. Un punto, questo, sul quale la riflessione è solo all'inizio.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
19/09/2016 - Mi interessa (Luigi PATRINI)

Mi interessa la problematica accennata da Crippa e mi interessa il dialogo interculturale ed interreligioso con l'Islam. Chi fosse interessato mi contatti: abito a Gallarate (Va).

 
19/09/2016 - Grazie, signora Richter! (Giuseppe Crippa)

È bello constatare che finalmente il prof. Graziotto non definisca più l’AFD populista ma semplicemente nuovo partito a destra della CDU/CSU, e soprattutto che, grazie alla signora Richter, cominci a riflettere sull’integrazione e sul controllo dell’immigrazione.