BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ATTENTATI IN PAKISTAN/ Bhatti: cristiani nel mirino, è una ritorsione dei talebani

LaPresse LaPresse

No. A Quetta, in Belucistan, nell’Ovest del Pakistan qualche settimana fa i terroristi hanno ucciso 90 avvocati. Questa recente ondata di attentati sembra essere una ritorsione dei terroristi nei confronti di una pressione abbastanza forte che sta mettendo in atto l’esercito nei loro confronti. I militari hanno attaccato e smantellato un numero molto elevato dei loro covi, e quindi questi gruppi hanno deciso di vendicarsi.

 

Quel è il ruolo delle scuole coraniche nella diffusione dell’estremismo?

Le scuole coraniche in Pakistan sono sempre esistite, anche se poi bisogna vedere nello specifico che cosa insegnano. In alcune si impartisce effettivamente un’educazione religiosa, mentre in altre si insegna a uccidere e a morire. Si tratta di un’ideologia che non ha nulla a che vedere con il Corano, e che è impartita agli stessi bambini. Come ha detto giustamente Papa Francesco, questa non è una guerra di religione ma una guerra al terrorismo punto e basta. Nessun tipo di educazione religiosa può giustificare la violenza contro vite innocenti.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.