BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MORIRE DI PARTO/ La scelta del padre: suo figlio o la vita di sua moglie

Due gemelli colpiti da una grave sindrome, il padre si trova a dover scegliere tra la vita della moglie e del gemello sopravvissuto. Ecco cosa è successo

Foto LaPresse Foto LaPresse

Le gravidanze gemellari sono complicate, purtroppo possono avere anche incidenza mortale. Un caso che si può registrare ad esempio, è la cosiddetta sindrome da trasfusione feto-fetale, in caso di gravidanza gemellare monocoriale: due o più gemelli che condividono la stessa placenta e lo stesso corion, in tali casi la circolazione fetale risulta alterata con una distribuzione diversa della quantità di sangue che dalla placenta va ai bambini. Il tasso di mortalità può essere dal 60 al 100%.

E' quanto successo a una coppia inglese che si è trovata davanti alle conseguenze più tragiche. Prima la morte di uno dei due gemelli, poi la scelta a cui nessuno vorrebbe trovarsi davanti: far vivere il bambino rimasto o la moglie, colpita da infezione gravissima. Per Craig Fyfe, il marito, è questa la scelta a cui è chiamato. Ma quando si presenta ai dottori per dire cosa fare, il destino ha già deciso: è morto anche l'altro gemellino. Non sappiamo cosa l'uomo avesse deciso, ma sappiamo come si usa dire: un altro figlio si può sempre fare, la moglie/il marito che perdiamo nessuno lo può sostituire. La coppia, sconvolta per la duplice perdita, decide di buttarsi in una iniziativa per uscire dal dolore in cui si trovano.

Crayg lo decide il giorno del funerale: organizzare una maratona, Vitality London, con la quale hanno raccolto circa duemila sterline in beneficenza per tutti i bambini che soffrono per la stessa sindrome che ha colpito i loro. Da qui la nascita di una fondazione che continua a raccogliere denaro per sostenere chi soffre di questa sindrome

© Riproduzione Riservata.