BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL MARCHIO DI HITLER/ Sui penny inglesi appare un simbolo nazista

Circolano in Inghilterra da qualche tempo monete da pochi centesimi su cui qualcuno ha impresso simboli nazisti che coprono il viso della Regina Elisabetta

Foto da Facebook Foto da Facebook

C'è un nazista che si aggira per le strade del Regno Unito. In realtà ce ne sono molti, l'Inghilterra è nota per avere diversi gruppi neonazisti schierati politicamente. Ma questo personaggio, potrebbero anche essere diversi, sta inquietando non poco i sudditi di Sua Maestà. Tutto è cominciato quando tale Nicola Harrison ha postato sulla sua pagina facebook la foto di una moneta da 50 penny (in pratica, centesimi, le monete di più piccolo taglio) dove sopra al volto della Regina Elisabetta appariva un'aquila con una svastica, il simbolo nazista. In breve sono venute fuori altre persone che hanno denunciato la stessa cosa, anzi in alcuni casi il simbolo stampato varia, riproducendo sempre la svastica bene in vista sopra il viso di Elisabetta e alcune volte la falsificatura è anche sul retro, con il simbolo delle SS bene in vista.

Una persona ha confessato di aver buttato via la moneta per paura di venir incriminata per il suo possesso, mentre un esperto ha dichiarato che tali monete perdono immediatamente di valore perché vengono obbligatoriamente ritirate. Anche un collezionista ha detto che tali monete non hanno alcun valore, perché nessuno pagherebbe per averle. Ma ormai sono in giro e passano di mano in mano con i resti dei negozianti. Un fanatico della Seconda guerra mondiale? Una persona che vuole offendere la regina e quindi il simbolo del Regno Unito? Come si vede dalle riproduzioni su internet, gli stampi sono eseguiti perfettamente e si incastrano nelle monete quasi senza che ce ne si accorga, ma di fatto girano monete naziste, questo è il fatto più preoccupante. Sta cominciando a indagare anche la polizia, ma difficilmente si potrà giungere a scoprire chi possiede una macchina stampatrice in casa con i simboli nazisti. 

© Riproduzione Riservata.