BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

Usa, Cina e i dazi: si cerca un’intesa da 200 miliardi/ Trump scettico: “Sono dubbioso, Europa e Asia viziate”

Usa, Cina e i dazi: si cerca un’intesa da 200 miliardi. Donald Trump, presidente degli Stati Uniti, rimane comunque molto scettico: “Sono dubbioso, Europa e Asia viziate”

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti - LaPresseDonald Trump, presidente degli Stati Uniti - LaPresse

Continua la guerra dei dazi portata avanti dal presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. L’uomo più potente al mondo sta cercando di “colpire” tutti i paesi che importano quantità ingenti di prodotti nel paese a stelle e strisce, ponendo quindi fine, stando alla visione dello stesso Trump, ad un periodo di "pacchia" per le stesse nazioni importatrici. Si ragiona in particolare sulla questione del commercio internazionale fra gli USA e la Cina, per un’intesa che dovrebbe toccare qualcosa come 200 miliardi di dollari, una cifra esagerata. Sembra comunque molto scettico lo stesso Trump, come sottolineato dai colleghi del quotidiano La Repubblica.

"EUROPA E ASIA SONO VIZIATE"

Riguardo ad un eventuale accordo con i cinesi, infatti, il presidente americano ha spiegato: «La Cina ha molto da dare. La ragione per cui dubito è perché la Cina è diventata molto viziata, l'Unione Europea è diventata molto viziata, altri Paesi sono diventati molto viziati, perché hanno ottenuto il 100% di quello che volevano dagli Stati Uniti. Ma non possiamo permettere che ciò accada più». I commenti sono giunti dopo un incontro avvenuto con i funzionari cinesi, che sono attualmente a Washington proprio per trattare la questione dei dazi con gli Usa. Le divergenze sembrano a questo punto davvero lontane dall’essere colmate.

© Riproduzione Riservata.