BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NINTENDO WII/ Sbarca oggi in Europa Wii Music: un'orchestra digitale in formato videogioco

Pubblicazione:

wii_musicR375_13nov08.jpg

Esce oggi in Europa Wii Music, il gioco di punta per Wii di questo fine anno, pensato principalmente per i "casual gamers". Creato da Shigeru Miyamoto, il cinquantaseienne inventore delle storiche saghe di Super Mario Bros e The Legend of Zelda, il nuovo gioco di Wii è un'orchestra digitale dove si possono suonare gli strumenti semplicemente scuotendo in aria il controller della console, o battendo coi piedi sulla pedana, la Balance Board, ovviamente a ritmo di musica.
Il padre di Wii Music è il game designer più famoso in questi tempi, che con il suo Super Mario che ha venduto duecento milioni di copie è l'artefice del successo del Wii e del Ds. Il nuovo videogame permette di scegliere tra cinquanta brani disponibili, dagli inni  ai grandi successi pop, fino alle ninne nanne; ma c'è anche spazio per le improvvisazioni. E gli strumenti stessi con cui eseguire i pezzi sono a scelta del giocatore, che ne ha a disposizione ben sessanta, fra i quali chitarra, banjo, sitar, tamburi, conga, batteria painoforte, vibrafono e marimba. Così i controller si trasformano nelle bacchette di una batteria o nel plettro di una chitarra. E si possono anche simulare i gesti di un violinista o di un sassofonista o addirittura l'abbaiare di un cane. Sullo schermo appaiono gli alter ego dei giocatori che ancheggiano a ritmo sul palco. I gesti compiuti nel mondo reale si trasformano in note in quello virtuale, grazie ai sensori di movimento che li trasmettono alla console
Il divertimento non è da solitari: si possono comporre band formate anche da sei giocatori. E per chi con la musica non ha ancora molto feeling, nel gioco sono incluse anche lezioni di musica, suddivise in undici diversi generi, dal jazz al rock e alla classica, insieme a giochi per mantenersi in allenamento. Si può inoltre condividere la musica registrata, inviandola via web agli amici che hanno Wii Music, i quali volendo possono modoficare il pezzo.
Come afferma lo stesso Miyamoto, «Wii Music alla fine non è nemmeno un videogame in senso stretto. È un software simile a quelli per disegnare , dove però esistono delle canzoni già pronte dalle quali partire e perfino lezioni per imparare a suonare». Il prossimo videogame potrebbe essere sulla pittura. Ma, come ammette l'inventore di Wii Music, «è difficile, perché non intendo fare un gioco che utilizza la pittura, ma un gioco sul dipingere. è una differenza sostanziale». Parole misteriose che lasciano solo intuire che in futuro ne vedremo delle belle.
 
 



© Riproduzione Riservata.