BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Il 10 giugno a New York gli Oscar della rete

Pubblicazione:

Webs_FN1.jpg

New York - Il 10 giungo a New York si svolgerà la cerimonia di premiazione dei Webby Awards, gli Oscar del Web. Le nomination della dodicesima edizione sono già online e da alcuni giorni anche il voto popolare è aperto. Gli internauti di tutto il mondo potranno dare la loro preferenza fino al 1° maggio e i loro eletti saranno acclamati il 6 maggio dopo essere passati al vaglio di una giuria di esperti di multimedialità, tra cui David Bowie, Matt Groening, creatore dei Simpson e Richard Branson, fondatore della Virgin.

Italiani - L’edizione del 2008 annovera tra i candidati anche un blogger italiano, per il secondo anno di seguito in gara, nella categoria «Personal Web Site». Si chiama Fabio Iaschi, ventisettenne di Parma, da 9 anni web designer. Nel suo sito (www.mymoleskine.net), nato nel 2006, condivide i suoi disegni e i ritratti di personaggi famosi o di amici. Sorpreso ed entusiasta spiega che la sua creazione «è la controparte visuale del famoso taccuino usato da Chatwin e da Hemingway, in cui dal 2004 ho appuntato tutto quello che la mia creatività mi ispirava. Non immaginavo tanto successo: un milione di contatti e l’attenzione dei più grandi esperti del mondo in fatto di multimedialità».

Categorie - Quattro le sezioni in cui concorrere (siti tradizionali, pubblicità interattiva, video e film online e telefonia mobile), oltre 100 le categorie in lizza, di cui 70 solo per i Websites tradizionali. Si spazia dall’arte, alla solidarietà, ai siti istituzionali, alla radio, al social networking, all’informazione, ai personal site creati con pochissimi fondi, all’istruzione, al podcasting. Tra i vincitori delle scorse edizioni compaiono Amazon.com, eBay, Yahoo, iTunes, Google, FedEx, Bbc News, Cnn, New York Times, Salon Magazine, Wikipedia e Flickr. Quest’anno fra i plurinominati compaiono il New York Times (9 nominations, tra cui migliore grafica e migliori video), il National Geographic (5 nominations, tra cui migliori reportage online), la Bbc, Mtv e il The Guardian online.

(Foto:Imagoeconomica)


© Riproduzione Riservata.