BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

In vendita una macchina per produrre biocarburante in casa

Pubblicazione:

zucchero_FN1.jpg

Nelle dispense di tutti c'è il barattolo dello zucchero (nella foto): si mette nel caffè, nelle bevande, si utilizza per cucinare buonissimi dolci, da oggi si potrà usare anche per produrre il biocarburante. Quindi niente code dal benzinaio in futuro, ma un servizio self-service. Unica avvertenza: non restare mai senza imponenti scorte di zucchero.

Il distributore - Dagli Stati Uniti arriva un dispositivo che permette di produrre carburante ecologico fai da te in modo semplice ed economico. Si chiama MicroFueler, è che un piccolo impianto portatile in grado di trasformare lieviti e zucchero in etanolo da utilizzare per l'alimentazione delle automobili. L'apparecchio, simile una piccola pompa di benzina, è venduto da E-Fuel Corp al prezzo di 10 mila dollari. Certo non sarà alla portata di tutti, ma l'azienda produttrice assicura che l'investimento iniziale viene ripagato in breve tempo, poiché un litro di etanolo ottenuto tramite il MicroFueler dalla fermentazione dello zucchero costa meno di 15 centesimi di euro. Dai calcoli elaborati dalla ditta produttrice il costo dell'acquisto del distributore verrebbe ammortizzato in due anni per una famiglia di quattro persone con due auto. Senza contare la comodità di avere in casa il proprio distributore: occorre solo collegarlo alla rete elettrica e all'impianto idraulico domestico, dopodiché il rifornimento avviene esattamente come dal benzinaio, tramite la pompa, direttamente nel serbatoio dell'auto.

Biocarburante puro - Il distillatore è in grado di produrre fino a 132 litri di carburante a settimana, ma la particolarità che distingue il dispositivo di E-Fuel dagli impianti già sperimentati in passato è il fatto che in questo caso l'etanolo è puro al 100 per cento, poiché gli speciali filtri di cui è dotato l'apparecchio sono in grado di rimuovere completamente l'acqua. Il MicroFueler sarà prodotto in Cina, Stati Uniti e Inghilterra.

(Foto Imagoeconomica)


© Riproduzione Riservata.