BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

iPHONE/ Tim&Vodafone e Europa: piani tariffari a confronto

Pubblicazione:

iph_fn1.jpg

Venerdì 11 luglio è stato il giorno del debutto dell'iPhone 3G sui mercati internazionali in 20 paesi del mondo. Nel corso della settimana precedente TIM e Vodafone, i due gestori di rete italiani incaricati di portare l'iPhone in Italia, hanno annunciato ufficialmente i piani tariffari ad abbonamento. Dure critiche sono arrivate dai consumatori per la decisione dei due gestori di non proporre alcun profilo tariffario che preveda un volume di traffico dati illimitato. Questa scelta di TIM e Vodafone è costata all'Italia il marchio di "terzo mondo" della telefonia mobile in confronto al mondo evoluto del resto d'Europa.

Hardware Upgrade ha condotto quindi un'indagine sulle tariffe ad abbonamento dei gestori europei mettendo a confronto i piani tariffari italiani con quelli degli altri paesi, per capire se vi sia davvero una così netta disparità tra l'una e l'altra offerta. Per cercare di fare un confronto coerente tra tutte le tariffe proposte dai vari gestori, ha deciso di operare un'analisi solamente sulle tariffe di ingresso, ovvero sui profili ad abbonamento più economici proposti da ciascun gestore. Dal momento che, tuttavia, il vincolo contrattuale minimo differisce da gestore a gestore, ha deciso di parificare tutti i costi ad una durata contrattuale di 24 mesi, che tuttavia è risultata quella maggiormente adottata dai gestori europei. Per questo motivo il costo complessivo di quei gestori che operano un vincolo inferiore ai 24 mesi è stato ricalcolato sulla base di un abbonamento della durata di 2 anni.

Qui di sotto la tabella riepilogativa:

     Costo mensile   Costo iPhone 8GB

Minuti

di chiamate al mese

  SMS al  mese  Traffico dati al mese HotSpot Wi-Fi   Costo totale 8GB

Vodafone - Italia

 

   59,00 Euro   199,00 Euro  400   400   600MB   No   1615,00 Euro

 Tim - Italia

 

   30,00 Euro  199,00 Euro  0,15 Euro/min  0,15 Euro    1GB  Sì - Illimitato   919,00 Euro

 Vodafone - Portogallo

29,90 Euro   299,00 Euro  100  100  250MB   No  1016,60 Euro 

 Telia - Svezia

 

 32,00 Euro     265,00 Euro    100   100   100MB   Sì - Illimitato  1033,00 Euro 

 Netcom - Norvegia

 

51,00 Euro  176,00 Euro   100   100    100MB   Sì - Illimitato   1400,00 Euro

 Sonera - Finlandia

 

 31,69 Euro 159,00 Euro   100    100   100MB  No  919,56 Euro

 Telia - Danimarca

 

   59,00 Euro*    188,00 Euro   300  Illimitati   300MB   No  1622,00 Euro
 Swisscom - Svizzera  15,00 Euro   152,00 Euro    300  300  100MB  No    512,00 Euro

 Orange - Svizzera

 

 27,00 Euro  213,00 Euro  30    50  1GB  Sì - 100 minuti  861,00 Euro
   T-Mobile - Paesi Bassi 29,95 Euro   79,95 Euro  150  150    Illimitato     Non comunicato   798,75 Euro
   T-Mobile - Germania  29,00 Euro   169,95 Euro 50   0,19 Euro  500 MB  No    865,95 Euro  

 T-Mobile - Austria

 

  39,00 Euro 49,00 Euro   1000   0,25 Euro   3GB   No   985,00 Euro

 O2 - Irlanda

 

   45,00 Euro    169,00 Euro  175   100 1GB  Sì - Illimitato    1249,00 Euro

 O2 - Regno Unito

 

 40,00 Euro  132,00 Euro   75   125   Illimitato  Sì - Illimitato   1092,00 Euro

  *Prezzo medio in virtù della differenza di tariffazione dopo i primi 6 mesi di contratto

 

Dalla tabella risulta chiaro come dei gestori europei analizzati sono solamente due a proporre un piano che preveda traffico dati senza alcuna limitazione: O2 nel Regno Unito e T-Mobile in Olanda. Quattro altri gestori pongono il limite a 100MB mensili mentre ad offrire qualcosa di più vantaggioso, almeno in termini di puro costo complessivo, è Swisscom in Svizzera, con un esborso di 512 Euro su 24 mesi, comprensivi quindi di abbonamento e prezzo del cellulare. Il gestore più costoso, invece, è Telia in Danimarca, con ben 1622 Euro su 24 mesi. Hardware Update conclude dunque che in Europa nessuna tariffa di attacco per iPhone, a parte quella olandese, offre niente di eccezionale e che lil mercato italiano non risulta essere nè più nè meno della media europea: le nostre tariffe non entusiasmano ma non sono peggiori di quelle proposte in altri paesi. Salendo verso piani tariffari più costosi, poi, la situazione non cambia: a parte T-Mobile in Germania, che propone traffico dati illimitato e T-Mobile in Austria che offre un massimo 3GB, tutti gli altri operatori, inclusa l'Italia, concedono 1GB di traffico dati.

Non è "terzo mondo" quello offerto da TIM e Vodafone, dunque. Certo si sarebbe preferito un approccio più coraggioso al mercato da parte dei due gestori nazionali legato ad una più attenta considerazione delle esigenze del pubblico. Tuttavia proprio per quanto riguarda la domanda dell'utenza, eccezion fatta per quella particolare categoria di persone che ha la reale necessità di essere sempre connessa alla rete in mobilità, per la maggior parte degli utenti la tariffa flat è una falsa esigenza, sfruttando di fatto non molto di più di 1GB.

Detto questo, la strategia migliore per rispondere alle esigenze del pubblico sarebbe stata quella della modularizzazione: un'offerta personalizzabile direttamente dall'utente con la possibilità di combinare pacchetti di traffico voce, sms e dati a seconda delle specifiche necessità, sulla falsariga di ciò che accade con la proposta di Sky nell'ambito della televisione satellitare. Tuttavia non è andata in questo modo. TIM e Vodafone hanno perso un'altra occasione per avvicinarsi alle esigenze dell'utenza e far compiere al mondo delle telecomunicazioni italiano un vero salto di qualità.

 

 



© Riproduzione Riservata.