BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IPHONE/ L'anteprima del melafonino. E da settembre sarà in vendita con H3G

Pubblicazione:

iphone_FN1.jpg

Mancano solo 48 ore all'arrivo ufficiale dell'iPhone in Italia e tra blogger, appassionati e futuri possessori del melafonino c'é grande fermento. Nei siti c'é un grande rilancio di domande e risposte per cercare di essere pronti all'appuntamento tecnologico più atteso dell'anno e nei negozi Tim spuntano le prime pubblicità di iPhone 3G. La campagna promozionale per lo smartphone di Apple by Tim è pronta, mentre i negozi Vodafone One non sono ancora partiti con il battage pubblicitario.
Sul fronte istituzionale, le informazioni che giungono dagli insider confermano che starebbe per partire la campagna televisiva e sulla stampa da parte degli operatori che, a quanto sembra, avrebbero raggiunto un accordo con Cupertino sul contenuto dei messaggi promozionali.

L'anteprima – I futuri acquirenti dell'iPhone non possono perdersi le prime immagini del melafonino: un fortunato portoghese ha già avuto il piacere di aprire l'ambito pacchetto con l'iPhone. Ma non resta che avere pazienza per soli due giorni per non doversi accontentare delle foto e farlo dal vivo.

Il telefono di Apple in Italia da settembre con H3G - Questo almeno è quello che annuncia al Sole 24 Ore l'amministratore delegato di H3G Italia Vincenzo Novari con una dichiarazione che ha tutte le carte in regola per creare scompiglio alla vigilia della prima grande commercializzazione di iPhone in Italia da parte di Tim e Vodafone questo venerdì 11 luglio. Novari spiega che H3G offrirà iPhone con piani, tariffe e prezzi di acquisto sensibilmente meno costosi rispetto ai due operatori apripista: «Per gli abbonamenti di porremo su fasce di prezzo meno onerose del 25-30 per cento sia in termini di minuti sia di megabyte». L'amministratore delegato di H3G Italia dichiara inoltre che anche gli utenti che scelgono gli abbonamenti ricaricabili potranno beneficiare di un trattamento molto più conveniente: «cifra vicino ai novanta euro, contro i 499 e i 569 di Tim e Vodafone, di fronte a un impegno ragionevole di dieci- venti euro al mese». Tre è stata impegnata in una battaglia iniziativa fin dall'annuncio dell'accordo con Tim e Vodafone. In quel momento l'amministratore di H3G Italia aveva anche minacciato il ricorso all'antitrust per verificare se le modalità di commercializzazione in Italia del telefono rispondono o meno alle norme in materia. Migliaia di clienti sarebbero andati nei negozi di Tre per chiedere informazioni su iPhone.

Dal Pdl no alla tassa sull'iPhone - Evitare che sulle tasche degli italiani pesi una nuova tassa, quella sull’iPhone. A chiederlo è il deputato del Pdl Benedetto Della Vedova: «Le indiscrezioni giornalistiche sui piani tariffari di Tim e Vodafone per l’iPhone mostrano un evidente sbilanciamento a favore degli abbonamenti, che penalizza l’uso dell’apparecchio Apple mediante le ricariche. Ovviamente le compagnie devono essere assolutamente libere di perseguire le proprie politiche commerciali, non e’ questo il problema. Cio’ su cui si deve riflettere e’ che, stante l’anomalia tutta italiana della tassa di concessione governativa che grava sugli abbonamenti per la telefonia mobile, lo Stato finira’ per imporre agli utenti una “tassa iPhone”, del quale e’ facile prevedere il grande successo commerciale anche nel nostro paese. Una ragione in più perchè il governo si faccia carico dell’eliminazione di questo ingiustificato e distorsivo balzello».

LO SPOT ITALIANO DELL'iPHONE 3G

 



© Riproduzione Riservata.