BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NINTENDO/ L'innarestabile avanzata di Wii, Ds, ma anche Ps e Xbox

Pubblicazione:

SuperMario_phixr.jpg

Dai vecchi tempi delle piattaforme di gioco come Super Nintendo e Sega ne è passata di acqua sotto i ponti. E anche molta. Il mondo dei videogames è infatti sempre attivo e in forma smagliante, più che mai in un momento di forte crisi e contrazione dei consumi come questo. Sarà perché la gente esce meno di casa, sarà perché l’intrattenimento offerto dalle moderne piattaforme ha ormai assunto le più svariate modalità per i gusti di tutti, adulti compresi.

La spaventosa crisi economica che preoccupa Obama e omologhi di tutto il pianeta non sembra sfiorare invece Super Mario e i suoi colleghi. Qualche dato? Proprio a marzo la Nintendo ha annunciato di aver tagliato il traguardo delle 50 milioni di console vendute in tutto il globo, il 40% delle quali in Europa.

 

IN ITALIA -  La nostra penisola, che di certo non è mai stata la prima della classe in tecnologia, ha dimostrato segni di grande apprezzamento nei confronti dei videogames. Le stime arrivano dall’AESVI (Associazione Editori Software Videoludico Italiana) e parlano di 2,9 milioni di piattaforme di gioco vendute in Italia nel solo 2008, per un giro d’affari di ben 592 milioni di euro.

E ancora, sempre nel Belpaese, la Sony ha potuto festeggiare, nel mese di marzo, il raggiungimento di quota 10 milioni di console vendute dal 1995 (ai tempi della mitica Play Station One) sino ad oggi. L’attuale classifica generale dei giochi più venduti per tutte le piattaforme vede, as usual, alcuni titoli calcistici come Pro Evolution Soccer 9 per Ps2, il famosissimo videogioco survival horror Resident Evil per Ps3 e Xbox360, ma anche diversi elementi della scuderia Wii come Mario Power Tennis o Wii Fit, quello degli esercizi ginnici, per intenderci.

A giocare dunque non solo adolescenti e teenagers ma anche adulti e famiglie, si parla di un’età media dei giocatori salita a 30 anni: un intrattenimento divenuto ormai paradigma di momenti di svago e condivisione tra amici e parenti.

 

LE CONSOLE E IL FENOMENO WII -  Le evoluzioni della tecnologia per le console si sono susseguite senza sosta, basti pensare al lungo percorso della Sony partita dalla Play1 e arrivata all’attuale numero 3, vero gioiello di tecnica e design, aggiungendo poi al bottino la sua creatura portatile (Psp), che può vantare 50 milioni di pezzi venduti. Anche in casa Microsoft si sono dati da fare, prima con la Xbox, poi con la versione 360, tutt’oggi in commercio.

Le novità più forti, anche in termini di vendite, sono però arrivate dalla Nintendo. Il colosso giapponese negli ultimi anni domina il mercato dei videogames con la Wii, divenuta regina delle console, battendo la concorrenza di Ps3 e Xbox360: due pezzi da novanta che, nonostante le loro eccellenti caratteristiche tecnologiche, hanno dovuto cedere il passo ad una nuova piattaforma di gioco, o ,sarebbe più corretto dire, un rivoluzionario modo di giocare fatto di fisicità e interattività, sicuramente più semplice, che ha avvicinato alla tv decine di milioni di persone, anche coloro i quali non si sono mai dichiarati appassionati dei videogames.

Armi vincenti della Wii sono inoltre i grandi classici di casa Nintendo: parliamo di personaggi come Super Mario e i Pokemon che continuano a riscuotere un successo planetario. Degno di nota è anche il prezzo, sicuramente non stracciato, ma comunque per lungo tempo vantaggioso rispetto a quello delle altre due console. Il gioiello di casa Nintendo costa infatti poco più di 200 euro (compreso il gioco Wii Sports) a fronte degli oltre 300 euro da sborsare per avere la Play Station 3 di Sony.

A dir la verità la Xbox 360 ha subìto nel tempo una notevole riduzione di prezzo, ora è infatti venduta a poco meno di 200 euro: c’è però da considerare il fatto che sia in commercio dal 2005, parecchi mesi, se non anni, precedenti alle due rivali.

 

NUOVI ARRIVI -  Segnali senz’altro incoraggianti per il settore che nel frattempo si arricchisce di nuovi arrivi e possibili sorprese. I cambiamenti di maggior risalto giungono, per ora, dalla Nintendo che nel mese di aprile ha commercializzato il Dsi, console portatile dalle tante funzionalità: collegamento ad internet wi-fi, lettore musicale, 2 fotocamere e schermo touch. Ancora dalla casa giapponese si apprendono notizie di un nuovo arrivo in ambito Wii: si parla dell’ultima versione di Wii Sports denominata Resort, che, tra le varie funzioni, permetterà di lanciare il frisbee ad un cane virtuale o di ingaggiare duelli con le spade. La nuova versione uscirà a giugno per il Giappone, un mese dopo per il resto del mondo. Strategico il suo lancio se si pensi anche al fatto che proprio in patria giapponese a marzo, dopo 16 mesi di dominio incontrastato Wii nelle vendite, Ps3 ha superato la console Nintendo.

La concorrenza non manca e le mosse dei colossi dell’entertainment aumenteranno col passare dei mesi per andare a conquistare un mercato sicuramente importante, in continuo sviluppo che, per ora, non sembra voler dare segni di cedimento. Proprio perché il cinema e altre forme di svago cominciano a pesare sulle tasche dei cittadini colpiti dalla crisi, la risposta del divertimento può essere ricercata nell’utilizzo di console e giochi che dovranno perciò adeguarsi, in parte lo hanno già fatto, alle esigenze sempre crescenti di un pubblico imprevedibilmente numeroso.

 

(Marco Fattorini)



© Riproduzione Riservata.