BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IPHONE/ 3GS e rivali, quali novità prevede il futuro degli smartphone?

Pubblicazione:

iphone_melaQ75x75_28ago08.jpg

L’estate della telefonia mobile è partita alla grande con gli arrivi sul mercato di nuovissimi e sofisticati modelli lanciati dalle maggiori industrie del settore.

All’approdo del nuovo iPhone 3Gs, uguale nel design ma rinnovato nelle funzioni, hanno risposto, chi prima o chi dopo, le altre aziende. È infatti arrivato nei negozi il tanto atteso Nokia N97, ribattezzato l’anti iPhone, ma anche i nuovi Google Phone prodotti da Htc.

L’universo degli smartphone, con l’aggiunta del touch, è ormai in continua espansione, trascinata da vendite e quote di mercato che pian piano si fanno strada tra i cari vecchi esemplari dei cellulari “chiama e scrivi”.

 

IPHONE 3GS: LE VENDITE E L’ARRIVO DI TRE

 

A tenere banco, come sempre, c’è il gioiellino di casa Apple, tornato sul mercato con una S in più che comprende funzioni, prestazioni e optional migliorati, nonostante il prezzo molto alto. Anche se, a giudicare dalle vendite, i soldi non sembrano essere un problema.

I dati infatti parlano chiaro: nei primi tre giorni di lancio del nuovo 3GS sono state vendute un milione di unità. Notizie rosee che hanno fatto salire le azioni Apple dell’1%. Ma c’è dell’altro.

Sono ben 6 milioni i clienti che hanno scaricato il software 3.0 per iPhone uscito in concomitanza con il nuovo modello del melafonino.

Per l’Italia c’è, però, un’altra news ed è costituita dal fatto che, oltre a Tim e Vodafone, da luglio anche l’operatore 3 si cimenterà nella vendita di Iphone con annessi piani ricaricabili o abbonamenti. L’iPhone 3GS sarà infatti disponibile, in abbonamento, a partire da 99 euro per la versione da 16Gb, a partire da 199 per il 32Gb. L’offerta in abbonamento, disponibile in diverse “gradazioni” di prezzo anche per la versione 3G, comprende l’acquisto del telefono ad un prezzo minore rispetto a quello di listino, pacchetti variabili (in base al piano scelto) di minuti voce ed sms, oltre alla navigazione internet e alla tv digitale mobile, il tutto in cambio di un canone mensile che varia dai 29 ai 79 euro.

Il piano ricaricabile, effettuabile sia per i 3GS che per il 3G, comprende una ricarica mensile che può essere di 10, 20 o 30 euro, parametro che fa variare il prezzo del telefono. Nell’offerta sono inclusi 3GB di navigazione internet al mese.

 

IL CARICABATTERIE UNIVERSALE E LE NUOVE TARIFFE

 

Buone notizie per gli utenti telefonici di tutta Europa: la Commissione Europea ha infatti convinto le industrie a proporre un solo modello di caricabatterie compatibile con tutti i tipi di cellulari. Dal 2010 l’accessorio “vitale” per il telefonino sarà prodotto secondo un unico standard che prevede un’uscita Usb quale interfaccia per il caricamento. A firmare questa storica intesa sono state 10 tra le aziende più importanti del settore: Apple, Nokia, Lg, Motorola, Nec, Rim, Samsung, Sony Ericsson, Texas Instruments, Qualcomm.

Alla base della decisione, ora formalizzata dalle istituzioni europee, vi è anche l’esigenza di limitare lo spreco e il proliferare di caricabatterie di ogni tipo. Soddisfatto il vicepresidente Günter Verheugen, responsabile per le imprese e la politica industriale che ha affermato: «sono compiaciuto per il fatto che l'industria abbia raggiunto un accordo che semplificherà parecchio la vita dei consumatori. Questi potranno caricare i loro telefoni cellulari ovunque usando il caricatore comune. Ciò comporta inoltre una riduzione notevole di rifiuti elettronici poiché i consumatori non dovranno più gettare via i vecchi caricatori quando acquistano nuovi telefoni. Sono inoltre estremamente compiaciuto per il fatto che questa soluzione sia stata trovata sulla base dell'autoregolamentazione. Di conseguenza la Commissione non ritiene necessario introdurre uno strumento legislativo nel merito».

Per quanto riguarda invece le tariffe telefoniche, sempre la Commissione Europea ha stabilito il tetto massimo per il costo di sms e chiamate all’interno dell’Unione Europea, con l’obiettivo di ridurre ed uniformare i prezzi in tutti i paesi. Le nuove tariffe, in vigore già da luglio, fissano il prezzo massimo di un sms a 13,2 centesimi, per le chiamate effettuate la cifra non deve superare i 51,6 centesimi al minuto mentre per quelle ricevute il prezzo scende al tetto di 22,8 centesimi.

 

IN ARRIVO IL MYTOUCH 3G

 

Come se non bastasse, l’industria della telefonia non chiude i battenti nemmeno per l’estate e l’operatore T-Mobile ha annunciato per agosto l’uscita di un nuovo gioiello di tecnologia denominato, appunto, My Touch 3G.

Design e prestazioni per il nuovo telefono che utilizza il software di Google Android e che può essere personalizzato mediante schermi particolari. La velocità del cellulare è garantita dalla tecnologia 3G, la stessa dell’iPhone, poi ci sono i servizi di Google (Google search e Gmail), la possibilità di scaricare musica, scattare foto con una camera da 3.2 Megapixels in grado di girare video. E ovviamente c’è il touch screen, ma questo, forse, l’avevate già capito.

 

(Marco Fattorini)

 

GUARDA IL VIDEO SULLA COMPETIZIONE TRA SMARTPHONE

 

 



© Riproduzione Riservata.