BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOOGLE/ Rilasciata la versione Chrome 3.0. Ora anche per Mac

Pubblicazione:

google_chrome_3R375_17sett09.jpg

A 13 mesi dalla presentazione della prima versione del browser web Google Chrome, arriva ora la terza versione. Google ha infatti elevato Chrome 3.0 dallo stato di beta a quello di software stabile. Ciò significa che molto presto la versione 4.0 uscirà dal canale delle release per sviluppatori ed entrerà nella fase di beta testing.
Sul Google Blog si apprende che, nell'ultimo anno, il team di sviluppo di Chrome ha rilasciato 51 versioni per sviluppatori, 21 beta e 15 release stabili del proprio browser, correggendo in tutto oltre 3500 bug.

 

I due cavalli di battaglia di Chrome sono stati fin dall’inizio leggerezza e velocità; e ad ogni nuova major release si assiste a importanti incrementi di performance, soprattutto nel motore JavaScript V8. Chrome 3.0 non fa eccezione: secondo i test pubblicati da BigG, l'ultima versione del suo browser è il 25 per cento più veloce della precedente (la 2.0) e il 150 per cento più veloce della prima beta pubblica di Chrome 1.0.
La versione 3.0 non manca poi di introdurre alcune novità estetiche e funzionali, tra le quali una pagina Nuova scheda ridisegnata e ora maggiormente personalizzabile. Tale pagina, che compare ogniqualvolta si apre una nuova tab vuota, permette ora di riorganizzare la griglia delle anteprime con semplici operazioni di drag and drop o di fissare la posizione dei segnalibri che più interessano: Chrome infatti inserisce automaticamente nella pagina Nuova scheda le anteprime dei siti visitati più di frequente.

 

Nuove opzioni sono ora disponibili sulla finestra Nuova scheda, come nascondere i thumbnail o le tab chiuse di recente, e cambiare il layout di visualizzazione in modo che al posto delle anteprime dei siti più visitati compaia una più semplice lista di link cliccabili.
Miglioramenti hanno toccato anche la Omnibox, ovvero la barra degli indirizzi di Chrome che funge anche da box per le ricerche. Nella nuova versione è stata ottimizzata la visualizzazione dei risultati mostrati nel menù a cascata, menù in cui ora compaiono piccole icone per aiutare l'utente a distinguere a colpo d'occhio siti suggeriti, risultati delle ricerche, segnalibri e link presenti nella cronologia.

 

Tra le novità più attese che hanno fatto il loro esordio nella versione 3.0 c’è il supporto al tag video di HTML5, che permette di riprodurre i filmati inglobati nelle pagine web senza l'ausilio di plug-in; il secondo è il supporto ai temi. Si attende ancora il supporto ufficiale alle estensioni, che potrebbe arrivare con la futura versione 4.0.
L'ultima versione stabile di Chrome è la 3.0.195.21 la quale corregge due vulnerabilità potenzialmente sfruttabili a distanza. Entrambe le falle possono essere innescate da codice JavaScript maligno contenuto all'interno di una pagina web.
Google ha fatto sapere che entro pochi mesi conta di rilasciare la prima versione stabile di Chrome per Mac OS X. Attualmente per il sistema operativo di Apple, come del resto anche per Linux, è disponibile esclusivamente una versione per sviluppatori.
Al momento alcune stime indica la diffusione di Google Chrome pari a poco meno del 3% e il colosso di Mountain View ha dichiarato che intende raddoppiare tale cifra nel prossimo anno, crescendo al 10% quando il browser compirà i 3 anni.


 



© Riproduzione Riservata.