BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YOUTUBE/ Il black cout costa salato alle case discografiche

Ogni ora di clic sui video musicali di Youtube frutta 8mila dollari ai gruppi discografici. La sospensione di due ore di ieri può aver comportato serie perdite

youtube_R375.jpg (Foto)

YOUTUBE BLACK OUT LE PERDITE DELLA MUSICA - Le due ore di black out in cui è caduto ieri YouTube costano caro. Uno studio della rivista “Billboard” ha fatto i conti in tasca. Il 30% dei video cliccati sul sito sono di carattere musicale. Il che corrisponde a circa 29,3 milioni di clic al giorno. Questo panorama di visite è diviso principalmente tra tre grandi gruppi discografici (la Vevo, apparetenente alla Sony, 14 milioni; Warner 9 e 3 milioni e la EMI 6).

Ogni video streaming costerebbe, anche se poi non a tutti è possibile applicare il pagamento, 0,65 centesimi di dollaro, con un fatturato giornaliero pari a 190 mila dollari ipotizzabili. Ovviamente il traffico delle visite varia a seconda della giornata e dell’orario della singola giornata, ma si può arrivare a suddetta cifra calcolando la media annuale.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO