BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOOGLE/ In attesa del Ballot Screen, Chrome migliora gli strumenti per le lingue e la tutela della privacy

Pubblicazione:

<< Prima pagina

Tutto nasce dalla volontà della Commissione europea di vincolare la scelta del browser al rispetto delle normative antitrust continentali. Che sembravano in contraddizione con il legame stretto che c’è tra Microsoft e Internet Explorer: l’utente adotta come sistema operativo Windows e si trova praticamente giocoforza ad usare Explorer come browser di internet. Ma la Commissione ha detto no.

Dunque il nuovo utente che acquista Windows 7 potrà scegliere quale browser installare di default. Come? Si troverà davanti ad una pagina in cui sarà messo davanti alle maggiori opzioni oggi disponibili: Firefox, Opera, Safari, Chrome, Explorer. Sarebbe proprio questo il Ballot Screen: la possibilità data all’utente di scegliere il proprio browser.

La fine di Explorer come scelta predefinita sembra dunque vicina, chiudendo una vicenda che dura ormai da anni e che sembra per ora sancire la vittoria del mercato, proprio grazie all’opzione Ballot Screen: nessuna posizione privilegiata all’inizio. Il Ballot Screen verrà rilasciato in Gran Bretagna, Francia e Belgio, e a seguire nel resto dei Paesi europei.

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.