BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOOGLE/ Mountain View difende il copyright. La lista nera dei termini legati al download illegale

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

LA LISTA NERA DI GOOGLE - Google renderà la vita più difficile a chi cercherà termini legati alla pornografia e al download illegale.

 

Google contro la pirateria e la pornografia. Il motore di ricerca ha deciso di rendere difficile la vita a quegli utenti che usano internet per scaricare materiale illegalmente o per visitare siti pornografici. Non si può parlare di censura, né di estromissione dal motore. Google, del resto, non potrebbe farlo. Ma, semplicemente, toglierà per certi termini tutte quelle agevolazioni prevista invece per le ricerche “lecite”.

 

Non sarà fornito, ad esempio il servizio di completamento automatico della query, né una lista di suggerimenti e neppure la pagina coni risultati immediati senza che vi sia bisogno di premere il tasto “invio” per vocaboli come “torrent”, “RapidShare”, “BitTorrent” o “megaupload”. Si tratta di parole collegate alla ricerca di contenuti scaricabili illegalmente.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO



  PAG. SUCC. >