BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

APPLE/ L’iPad3 (o iPad2s) sarà presentato tra il 6 e il 7 marzo?

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Tutte le volte che si parla di Apple, ogni rumor e indiscrezione appaiono come notizie in grado di far sussultare il popolo della rete, tanto più gli appassionati delle Mela. Si tratta, ogni volta, di elementi da prendere con le pinze. Spesso infatti è la stessa azienda di Cupertino a dettare le regole dell’informazione. Lasciando trapelare minuziosi particolare sui suoi prossimi prodotti per determinare un’aspettativa tale da far sì che, il giorno effettivo dell’uscita del suo nuovo congegno abbia le caratteristiche di un vero e proprio evento. Va letto in quest’ottica l’ultima voce relativa al nuovo iPad che potrebbe essere l’iPad3 ma anche chiamarsi, semplicemente, iPad 2S. All Things Digital, sito specializzato in prodotti Apple, ha svelato che l’azienda fondata da Steve Jobs potrebbe togliere tutti i dubbi ai suoi fan, rispetto al nuovo iPad, nel corso di un evento allo Yerba Buena Center for the Arts di San Francisco. Che si terrò, con ogni probabilità, il 6 o il 7 marzo. Nel frattempo, circola in rete la foto della scocca del tablet. Del presunto nuovo tablet, ovviamente. Non è chiaro, ad oggi, infatti, se si tratti di fenomenale scoop e rivelazione o se si una messinscena. Sta di fatto che il nuovo gioiello Apple potrebbe essere dotato di uno schermo da 9.7 pollici della Sharp, e di un Retina display da 2048 x 1536 pixel, con una risoluzione quattro volte superiore a quella del predecessore, in grado di garantire un maggiore angolo di visuale. Il design potrebbe essere il medesimo del precedente iPad, ma potrebbe essere leggermente più spesso. Si dice, inoltre, che la batteria del nuovo modello dovrebbe durare di più, oltre le dieci ore di autonomia, mentre si pensa che la fotocamera posteriore, non particolarmente apprezzata dagli utenti che hanno avuto a che fare con essa, sarà sostituita da altro. Il vetro potrebbe essere ancora più resistente, circa il 20 per cento, e pesare un quinto in mano. Con ogni probabilità, invece, non ci saranno modifiche significative sul fronte della memoria. Attualmente, il massimo immagazzinabile corrisponde a 64 GB di dati.

 



  PAG. SUCC. >