BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FACEBOOK/ Il social network inaccessibile per qualche ora: allarme rientrato questa mattina

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

Panico tra gli utenti della Rete questa mattina, quando il popolare social network Facebook è stato inaccessibile per qualche ora. La segnalazione di questa caduta è arrivata da numerosi Paesi, soprattutto europei, come Germania, Francia, Gran Bretagna, Islanda e Italia, arrivando anche sull’altro social network, Twitter, dove è stato subito creato un ashtag #facebookdown. Dalle prime ore di questa mattina la pagina del sito era inaccessibile, e chi provava a collegarsi, sia attraverso computer che smartphone, si trovava di fronte ad una segnalazione di errore, mentre a quanto pare il blackout era meno esteso in diversi paesi asiatici. Sui vari blog e su Twitter gli utenti hanno cominciato a chiedersi i motivi di tale guasto e a organizzare la propria giornata sapendo di dover fare a meno del popolare social network: “Oggi solo Twitter”, ha detto qualcuno, mentre c’è anche chi ammette che senza Facebook “sarà una dura giornata di lavoro”. Poi, verso le nove di questa mattina, la pagina è tornata ad essere accessibile e l’allarme, per la gioia del popolo della Rete, è a poco a poco rientrato. Resta il fatto che non è la prima volta che il sito creato da Mark Zuckerberg dà segni di instabilità, e in molti si sono chiesti se dietro a questa caduta ci possa essere un attacco del movimento di hacker Anonymous, che soprattutto negli ultimi giorni stanno mettendo ko numerosi importanti siti internet. Altri credono che si possa trattare di un semplice aggiornamento tecnico, anche se in questo caso Facebook avrebbe con ogni probabilità avvertito gli utenti attraverso un comunicato ufficiale, oppure di un problema dovuto alla novità introdotta da poco, il Timeline, che va attivato obbligatoriamente entro il prossimo 30 marzo. L’ipotesi più gettonata resta però l’attacco da parte degli hacker di Anonymous, ma ancora non è stata resa nota alcuna rivendicazione o messaggio particolare. E’ da tempo comunque che il movimento di hacker minaccia il sito di Zuckerberg, che da poco è anche quotato in Borsa. Intanto, quello che era nato come il fratello minore di Facebook, Twitter, sta continuando ad accumulare milioni di utenti avvicinandosi pericolosamente al social network di Zuckerberg.



  PAG. SUCC. >