BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IPHONE 5/ Supporterà le reti 4G LTE anche in Italia

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

I rumors si sono rivelati fondati. Quanto era stato annunciato agli inizi del mese scorso dal Washington post, corrisponde al vero. Un comunicato stampa degli operatori Tre e Vodafone ha dato la notizia che da tempo gli amanti della Mela attendevano con ansia. Anche in Italia il nuovo iPhone 5 supporterà le frequenza 4G Lte, che saranno attivate nel nostro Paese a partire dal prossimo anno. Si tratta delle tecnologie più recenti, che rappresentano lo standard telefonico, attualmente, più evoluto, volto all’utilizzo della banda larga in mobilità e in grado, di conseguenza, di accelerare e potenziare notevolmente le applicazioni e le performance del proprio dispositivo. In passato Apple, a marzo scorso, per la precisione, lanciando il nuovo iPad 4G LTE fu costretto a pagare una multa salata di 2,25 milioni di dollari, in Australia. La dicitura relativa alla nuove tecnologie di cui, in teoria, avrebbe dovuto disporre, non corrispondeva esattamente al vero. Sai ritenne, infatti che la Mela trasse in inganno i propri clienti. La pena le venne inflitta perché il nuovo tablet era compatibile, esclusivamente con le reti 4G LTE americane mentre a quelle australiane non poteva connettersi. Per evitare, in futuro, ulteriori, spiacevoli inconvenienti, decise di rimuovere la dicitura dai propri dispositivi venduti in Europa. Questa volta, i medesimi fastidi non dovrebbero riproporsi. Addirittura, è stato specificato che quali saranno le frequenze supportate dal  nuovo Melafonino: 850 Mhz, 1800 Mhz e 2100 Mhz. Da noi sarà utilizzata la frequenza intermedia, quella da 1800 Mhz. Attenzione: benché questa volta non ci dovrebbero essere problemi, si sappia che le nuove frequenze non saranno disponibili immediatamente. Dal 2013 si inizierà a implementarle; ma solo nelle grandi città. Pian piano, i vari operatori inizieranno a coprire tutto il territorio nazionale. Operazione che, per giungere a compimento, potrebbe impiegare un paio di anni. Per il resto, val la pena ribadire che, tra le varie caratteristiche tecniche, il nuovo gioiello di Cupertino avrà 123.8 x 58.6 x 7.6 millimetri di dimensioni. 



  PAG. SUCC. >