BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Facebook/ Perchè il sito è andato offline? Ecco le ipotesi

Pubblicazione:

Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook  Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook

FACEBOOK OFFLINE: PERCHE'? Raggiunto e superato il milione di inserzioni su Facebook. Un traguardo sensazionale per il Social Network dei record: tutto ciò non fa altro che aumentare il prestigio ed il valore economico del gigante di Mark Zuckerberg che, tra le altre cose, ha sfondato il muro del miliardo di iscritti ed il 20 giugno tornerà alla carica con la presentazione di un nuovo prodotto. Il direttore di Facebook, Dan Levy, commenta il nuovo record di inserzioni specificando che la "stragrande maggioranza" di questi inserzionisti sono piccole imprese. Ad annunciare il traguardo, proprio il dirigente del social network blu con un evento presso l'ufficio di Facebook a New York. "Il feedback che ci è giunto dalle aziende di tutto il mondo è quello di rendere le cose ancora più semplici", ha detto Levy durante l'evento. Ed ecco l'annuncio di voler ridurre drasticamente il numero di prodotti al fine di razionalizzare e migliorare l'esperienza per gli utenti inserzionisti. Il margine di miglioramento è alto ma, attualmente, sotto questo punto di vista Facebook sta già compiendo grandi cose. Come rivelato dal COO Sheryl Sandberg, nel mese di Maggio circa 16 milioni di piccole imprese utilizzavano attivamente le pagine di Facebook. Il procedimento comune, come specificato da Levy, racconta di proprietari di imprese che iniziano come utenti di Facebook per poi progredire e lanciare le pagine per le loro attività sul social network, e, successivamente, a pagare per sponsorizzare i prodotti. Ma questa mattina, in chiara contrapposizione a questo record da poco raggiunto dal sito di Zuckerberg, un problema generale ha bloccato momentaneamente il sito, mandandolo offline in tutto il mondo, dagli Stati Uniti all'Europa, passando per la Nuova Zelanda fino al Canada. Ovviamente vi è stato il commento ironico degli utenti di Twitter, corsi subito sul social network dell'uccellino per gli sfottò ai cugini di Facebook. "Sorry, something went wrong. We’re working on getting this fixed as soon as we can" (Ci scusiamo per il disservizio momentaneo, stiamo facendo di tutto per ripristinarlo il prima possibile), il messaggio apparso sui desktop di milioni di utenti nel corso di ieri per circa un paio di ore, nelle quali non è stato possibile accedere a Facebook. E come consuetudine, sono partite le numerose ipotesi del perché di tale disservizio: in molti hanno addossato la colpa ad Anonymus, il noto gruppo hacker, ma immediata la conferma di Facebook che ha fatto sapere si trattasse di un problema interno all'infrastruttura della rete. Immediate le scuse del social network, che dopo il raggiungimento del milione di inserzioni ha dovuto fare i conti con uno dei rari crash avvenuti nella sua breve storia (l'ultimo risale al 2010, quando il sito andò offline per 2 ore e mezza).           



© Riproduzione Riservata.