BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

APPLE 1/ All'asta il primo computer dell'azienda di Steve Jobs ad una cifra spaventosa

Pubblicazione:

Steve Jobs e Steve Wozniak  Steve Jobs e Steve Wozniak

APPLE 1. Non ha di certo nulla a che vedere con i gingilli tecnologici di fabbricazione Apple che cospargono attualmente il pianeta, ma, a quanto pare, si tratta proprio di un prodotto nato dalle menti di Steve Jobs e Steve Wozniak. Stiamo parlando dell'Apple 1, tra i pochissimi esemplari ormai rimasti, sparsi per il globo (se ne contano circa una cinquantina), più simile ad un componente per PC che ad un vero e proprio mezzo tecnologico. Datato 1976, prodotto come specificato dal duo geniale Steve Jobs e Steve Wozniak, l'Apple 1, nonostante i quasi 40 anni di età, nonostante un design non proprio affine agli ultimi modelli della mela morsicata, potrebbe valere più di ogni personal computer, Mac, smartphone o tablet in circolazione. Attualmente si stima un valore di circa mezzo milione di dollari, proprio a causa della sua valenza storica. L'Apple 1, come suggerisce la parola stessa, nient'altro è che il primo computer prodotto dall'azienda statunitense. In totale, di questi esemplari ne sono stati prodotti appena 200, molti dei quali distrutti, perduti o guasti, e solo un quarto di questi ultimi è tutt'ora in circolazione e pronto per essere venduto. Ed è proprio quello che ha intenzione di fare Ted Perry, psicologo in pensione che ha ben pensato di riesumare il suo vecchio computer, l'Apple 1, sotterrato sotto scatoloni di cianfrusaglie in cantina: "Si tratta di un pezzo di storia che ha fatto la differenza nel mondo. E' il punto di partenza della rivoluzione informatica", ha dichiarato il fortunato possessore, che metterà all'asta su Christie nell'arco di tempo dal 24 giugno al 9 luglio la motherboard, partendo da una base di ben 300 mila dollari a salire. Lo psicologo ai tempi dell'acquisto non sborsò un centesimo, perché per venire in possesso di Apple 1 lo scambiò con un altro oggetto dando così vita ad una sorta di baratto. Il valore di questi pezzi di storia è salito vertiginosamente da quando, nel 2011, è venuto a mancare il fondatore di Apple Steve Jobs. Per fare un esempio concreto, è di qualche mese fa la notizia della vendita di un Apple 1 in Germania per addirittura 671 mila dollari. Impensabile poter utilizzare ad oggi il primo prodotto della mela morsicata, basti pensare che la memoria interna ad Apple 1 è di appena 8 KB.   



© Riproduzione Riservata.