BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EA GAMES/ Cosa cambia per i videogiochi nel passaggio da Xbox 360 e PlayStation 3 a PS4 e Xbox One?

Pubblicazione:

Il logo di EA  Il logo di EA

Una fase decisamente delicata, quella che colpisce al cambio l'utenza a cavallo tra una vecchia ed una nuova generazione di console. Il rischio, come sempre, è che si creino delle lacune non indifferenti in una o nell'altra schiera di videogiochi e per evitare ciò, gli sviluppatori creano, spesso e volentieri, versioni per entrambe le piattaforme. È ciò che accadrà in quel di Electronic Arts, azienda produttrice di videogiochi tra le più importanti ed influenti del pianeta che possiede IP del calibro di Battlefield, Mass Effect ed i vari titoli sportivi tra cui FIFA e NBA Live. L'intenzione di EA, come evidenziato dalla stessa azienda nei giorni scorsi, sarà proprio quella di proseguire a produrre sulle attuali Xbox 360 e PlayStation 3. L'attenzione rivolta alle contemporanee regine del mercato videoludico, presto spodestate dall'arrivo di PS4 e Xbox One a fine anno, si protrarrà per almeno altri due anni, come emerso dalle dichiarazioni di Patrick Söderlund, Executive Vice President dell'etichetta EA Games. Tra i primi, e non solo di marchio EA, Watch Dogs, Assassin's Creed IV: Black Flag, Call of Duty: Ghosts e Battlefield 4, ognuno dei quali sarà prodotto sia sull'attuale che sulla prossima generazione di console: "Al cambio di generazione, storicamente nel primo anno si registrano rilasci per entrambe le generazioni coinvolte nella transizione. Poi il numero dei rilasci cross-gen diminuisce nel corso del secondo anno, mentre nel terzo probabilmente si hanno solamente uno o due giochi per la generazione precedente", ha dichiarato Söderlund a Cvg. "Quindi, in considerazione anche delle peculiarità di questa generazione, penso che ci vorranno dai 18 ai 24 mesi prima dell'arrivo della piena Gen 4".Insomma, pare proprio che le promesse del publisher californiano circa il sostenimento dell'attuale generazione verranno mantenute. Non mancheranno tuttavia numerosi titoli esclusivi per la next generation, che sempre secondo il vice presidente sarà la prima ad offrire agli utenti un "significativo e realistico dialogo con i personaggi". Ogni riferimento a Mirror's Edge 2 è puramente casuale: "Si tratta di un gioco che può esserci solo sulla Gen 4".



© Riproduzione Riservata.