BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NINTENDO/ Svolta per Wii U, in arrivo una nuova IP

Pubblicazione:

Shiregu Miyamoto, game designer di Nintendo  Shiregu Miyamoto, game designer di Nintendo

Ottime notizie per tutti gli amanti di Nintendo e, sopratutto, per i possessori di una Wii U. Il colosso nipponico, dedito alla produzione di hardware e software videoludici, è pronto a introdurre nuove IP dedicate proprio all'ultima console casalinga prodotta dalla mente di Shiregu Miyamoto. Una strategia necessaria, quasi obbligata, visto l'andamento che sta avendo Wii U, prossima al default visti i risultati di vendita decisamente scadenti. Inoltre, c'è da precisare come l'ormai consolidata console war con le attuali rivali PlayStation 3 ed Xbox 360 si basi più sulle esclusive che sulle caratteristiche tecniche vere e proprie. Ed è così che l'azienda giapponese è pronta a sfornare nuove IP: storicamente, la grande N difficilmente ha deluso i numerosissimi fan, e si spera possa fare lo stesso anche in questa occasione. Il game designer Shiregu Miyamoto ha parlato proprio dei progetti futuri riguardanti Wii U: "Con il recente aggiornamento di Wii U - così Miyamoto ha parlato dei giochi per la console -, abbiamo migliorato il sistema e stiamo pianificando altre migliorie, ma già da adesso, Wii U è diventata una console utile per il salotto. Tuttavia, non ha senso parlare di altre feature, non importa quanto interessanti, se non si pubblicassero dei giochi, quindi speriamo che i giocatori guardino alla linea di titoli in arrivo. Con la prossima primavera, quando pubblicheremo Mario Kart 8, ci sarà una vasta gamma di titoli disponibili, e abbiamo pensato che sia arrivato il momento giusto di realizzare un nuovo franchise". Ogni domanda su quello che potrebbe essere il nuovo titolo in esclusiva Nintendo è rimandata: "Non posso dire troppi dettagli al momento, ma sono stato parecchio occupato con il gioco in questi giorni". La postilla finale di Miyamoto. Resta da chiedersi se il titolo in produzione sarà più improntato ai casual gamers oppure no. 



© Riproduzione Riservata.