BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

APPLE/ Cupertino sotto attacco hacker, fuori uso il Developer Center

Pubblicazione:

Il logo di Apple  Il logo di Apple

L'azienda con sede a Cupertino, attraverso una mail spedita a tutti gli iscritti al programma di sviluppo, ha reso noto il recente attacco hacker al sito dedicato ai developers, tant'è che la pagina del portale degli sviluppatori è stata impostata offline per precauzione. Inizialmente si era pensato ad un semplice disservizio momentaneo, non era la prima volta che il sito degli sviluppatori appariva non disponibile, ma ad aumentare esponenzialmente i dubbi in merito alla situazione è stata la durata prolungata del blackout subito dal Delevoper Center. Si è dunque trattato di un attacco hacker premeditato e perfettamente riuscito: Apple dal canto suo rivela che tutte le informazioni relative agli utenti che ne fanno parte sono assolutamente al sicuro, crittografate e quindi virtualmente inaccessibili. Tuttavia resta attiva la possibilità che nomi, indirizzi mail e di casa siano stati "rubati" lo stesso. Ecco quanto scritto da Cupertino nella lettera recapitata nelle ultime ore: "Lo scorso giovedì, un intruso è riuscito a ottenere informazioni personali riguardo i nostri sviluppatori registrati sul sito Developer. I dati personali sensibili sono crittografati e inaccessibili; tuttavia, non siamo stati in grado di stabilire se vi sia stato un accesso ai nomi, agli indirizzi di casa e/o mail di alcuni sviluppatori. Nello spirito della trasparenza, vogliamo informarvi del problema. Abbiamo subito portato offline il sito giovedì stesso, e siamo forsennatamente al lavoro da allora. Per prevenire che altre minacce di sicurezza simili possano accadere di nuovo, stiamo riprogettando completamente il nostro sistema dedicato agli sviluppatori, aggiornando il software lato server e ricostruendo i nostri interi database. Ci scusiamo per l’enorme problema che il nostro downtime vi ha causato; contiamo di riportare il sito online in tempi brevi.". La situazione, almeno per il momento, riguarda solo gli sviluppatori, tralasciando la ben più ampia fetta di clienti con le loro carte di credito e i loro acquisti. 



© Riproduzione Riservata.