BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SMARTPHONE / Android domina il mercato, cala Apple, Windows Phone risale

Pubblicazione:

Il logo di Android  Il logo di Android

I device fanno ormai parte del nostro quotidiano e milioni sono gli utenti in tutto il mondo che ne posseggono almeno uno. In tal senso, è interessante andare a curiosare tra quelli che sono i dati di vendita, per sincerarsi come venga effettivamente divisa la torta sulla base dei numerosi sistemi operativi che cospargono il mercato. Ed ecco che arrivano, come consuetudine, i report di vendita degli smartphone appartenenti al mercato nostrano. A rivelarli come sempre è Katar, una volta finito il secondo trimestre del 2013 (il lasso di tempo che va da Marzo a Giugno). Tali dati, ai piani alti, non regalano grandi novità, anzi: a padroneggiare indiscussa è come sempre Android, in netto vantaggio rispetto alle dirette concorrenti, con una crescita mostruosa rispetto ai dati dell'anno scorso. A seguire, in termini di crescita, vi è Windows Phone, che insieme al sistema operativo mobile di Google, è l'unico ad aver registrato una crescita consistente - pari a circa il 3% - volta a spingere il prodotto di Redmond verso l'ambito 10. Matematicamente parlando, Android, da Maggio 2012 a Maggio 2013, ha guadagnato ben 19.1% di share, consolidando il suo primato con quasi i 70 punti percentuali (69,2%). Degna di nota la crescita di Windows Phone, che guadagna un buon 2,8%, mentre a far notizia è il ribasso di Apple con iOS, che perde quota per 5,2 punti percentuali. Tali dati derivanti dalle vendite dell'azienda con sede a Cupertino sono da appioppare allo scarso numero di smartphone in produzione (ricordiamo che Apple vende solo ed esclusivamente iPhone) ed ai prezzi esorbitanti. Per risolvere tale problematica, si vocifera che la Mela sia pronta a lanciare sul mercato un iPhone low cost. Da specificare come la crescita di Android riguardi tutti i mercati europei e non solo l'Italia. Per visionare i dati riportati dalla fonte, vi invitiamo a cliccare qui.   



© Riproduzione Riservata.