BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ROLAND/ Il ritorno della 808

Pubblicazione:

Roland Aira  Roland Aira

ROLAND: IL RITORNO DELLA 808 - Chiunque abbia avuto un approccio con alcuni strumenti elettronici o virtuali, composizioni un po’ sperimentali o sfrenati motivi di musica dance, avrà certo in mente una sola -epica- drum machine: sto parlando della TR-808, il primo sintetizzatore dedicato alle percussioni sviluppato da Roland, dal sound inconfondibile. E’ notizia di oggi che l’azienda giapponese lancerà sul mercato una famiglia di nuovi sintetizzatori: tutti -realizzati- a partire dal concetto vintage, con quel sound che li ha resi popolari in tutto il mondo (dobbiamo a queste macchine la quasi totalità della musica che ascoltiamo) diventeranno digitali, ma avranno un’anima analogica, grazie alla nuova tecnologia ACB (Analog Circuit Behavior) appositamente studiata per emulare i diodi e le varie componentistiche interne dei vecchi synth, e rendere grandi e reali i suoni digitali. Ci saranno anche numerose aggiunte: Roland non può tralasciare il successo dei brani dance che stanno popolando oggi nelle radio di mezzo mondo, e non solo fornirà alle macchine la manipolazione totale di certi suoni ormai commerciali, ma la vera e propria possibilità di creare delle sonorità inedite che andranno oltre alle pazzie musicali di artisti come “Skrillex, Avicii, Swedish House Mafia e Daft Punk”

Parte così un countdown al rilascio dei nuovi synth per la musica elettronica “del futuro” (così li definiscono gli ingegneri della roland) per l’esettezza, la nuova drum-machine TR-8 (evoluzione della TR-808), la T-3 (evoluzione o per meglio dire rivoluzione della TR-303 in versione touch), System 1 (un sintetizzatore pazzesco con 4 oscillatori originario del SYSTEM 100 e 100M) e il VT-3 (un vero e proprio vocoder o auto-pitch che fa impallidire le produzioni dance attuali, con tanto di funzione scatter).

Insomma, il futuro si preannuncia roseo per Roland e per i produttori discografici di tutte le categorie, dall’amatoriale, al semi al professionale. Prezzi a partire da 300 dollari date di rilascio che variano da Aprile sino a Giugno del 2014. Tenete d’occhio la sezione dedicata ad AIRA a questo indirizzo

< br/>
© Riproduzione Riservata.