BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STONEX ONE / Facchinetti: stanno sabotando il nostro progetto

Pubblicazione:

Foto InfoPhoto  Foto InfoPhoto

STONEX ONE, FACCHINETTI: STANNO SABOTANDO IL NOSTRO PROGETTO - E' falsa la notizia secondo la quale gli utenti che acquisteranno uno Stonex One si vedranno aggiungere al prezzo dello smartphone anche le spese di dogana per la spedizione dalla Cina. Lo fa sapere Francesco Facchinetti, CEO della compagnia produttrice del dispositivo insieme a Davide Erba: qualcuno avrebbe infatti falsificato una chat riportando dichiarazioni attribuite ad AltroConsumo. In particolare, si legge nel falso messaggio, l’Autorità garante nelle comunicazioni (Agcom) sarebbe pronta a bloccare le spedizioni di Stonex One dalla Cina all’Italia e a rimborsare gli utenti per i costi di dogana. “Noi e tutte le persone che collaborano con StonexOne stanno subendo in silenzio una quantità impressionante di attacchi gratuiti e diffamatori con la complicità di una parte della stampa a volte faziosa ed in malafede – scrive Facchinetti sui social network - L’intento è quello di fermare con ogni forza il nostro progetto, il quale sta dando parecchio fastidio ed intaccando importantissimi interessi economici di gruppi multinazionali". Quanto accaduto, si legge ancora nel post, "ci obbliga ad attivare azioni legali non solo nei confronti di questi sprovveduti ma anche di tutti quelli, blog o profili, che supportano queste leggende metropolitane senza assicurarsi che sia tutto vero. Se sarà necessario smetteremo di parlare con i media ma inizieremo a parlare solo dai nostri canali, fonte autorevole dei nostri intenti e delle nostre comunicazioni". Infine un appello rivolto ai fan e utenti: "Se ci sono dei dubbi o delle problematiche scrivete solo a noi e diffidate da siti che offrono in vendita i nostri prodotti, poiché l’unico posto dove acquistare StonexOne è il nostro sito. Noi vogliamo rappresentare l’Italia che ce la può e ce la deve fare, perché riteniamo che le cose si possano cambiare solo con i fatti e non con le parole".



© Riproduzione Riservata.