BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

POPCORN TIME ONLINE / Lo streaming pirata talmente facile che sembra (ma non è) legale (5 febbraio 2016)

Pubblicazione:

Popcorn time online  Popcorn time online

POPCORN TIME ONLINE LO STREAMING PIRATA TALMENTE FACILE CHE SEMBRA (MA NON E') LEGALE (5 FEBBRAIO 2016) - Si sa, riuscire a vedere un film online, magari appena uscito nei cinema, perfino in alta definizione, arrivando magari anche al full Hd, non è né difficile né pratica recentissima. Sono anni che la rete permette, con vari sistemi, l'accesso a tali contenuti protetti da copyright, che, complice la banda di connessione ad internet ogni anno più ampia, diventano sempre più definiti. La cosa viene incoraggiata infatti grazie alla capacità sempre maggiore del mezzo, che ormai permette di veicolare anche file di grandi dimensioni in poco tempo, come è il caso del servizio proposto da Popcorn Time. Ricordiamo che nel caso di film, la pesantezza del download può sfiorare il Gb per una discreta definizione, fino ad arrivare a diversi Gigabyte in caso di alta risoluzione delle immagini o contenuti in 3D. In mezzo a tutto ciò, per il popolo di fruitori di questi contenuti multimediali, il popcorn rimane l'alimento d'elezione da utilizzare durante la visione degli stessi. Da qui il nome del nuovo programma online Popcorn Time, che proprio come Netflix, permette di accedere a un'immensa videoteca pirata e quindi di natura completamente illegale. Il tutto per di più avviene in forma gratuita, e i contenuti raggiungibili non si limitano ai soli film, ma sfruttando i di per sé leggermente più macchinosi torrent, permette di accedere anche a giochi, programmi e musica, per la maggior parte coperti da copyright. L'applicazione, nonostante l'estrema facilità di utilizzo che consiste nell'istallare un programmino da 20 megabyte per ottenere l'accesso a tutto il materiale di cui sopra, è completamente illegale anche nell'utilizzo, e rischia di mettere in crisi l'industria dell'intrattenimento, a cominciare dai film on demand. Per ora quindi, l'unica speranza di legalità, consiste nella possibilità che gli operatori del settore vengano spronati a rendere più facile ed economico l'accesso ai propri contenuti, volgendo in positivo un'iniziativa che potrebbe distruggere la creazione di nuovi contenuti unici perché non più remunerativi visto l'emorragia di utenti paganti in favori dei circuiti illegali. Un effetto che potrebbe a lungo andare trasformarsi in un possibile boomerang negli amanti di questo mondo, ora facilmente accessibile anche grazie a Popocorn Time, ma che un domani, venendo a trovarsi privo di risorse, potrebbe fare un notevole passo indietro nella qualità offerta.

Si sa, riuscire a vedere un film online, magari appena uscito nei cinema, perfino in alta definizione, arrivando magari anche al full Hd, non è né difficile né pratica recentissima. Sono anni che la rete permette, con vari sistemi, l'accesso a tali contenuti protetti da copyright, che, complice la banda di connessione ad internet ogni anno più ampia, diventano sempre più definiti. La cosa viene incoraggiata infatti grazie alla capacità sempre maggiore del mezzo, che ormai permette di veicolare anche file di grandi dimensioni in poco tempo, come è il caso del servizio proposto da Popcorn Time. Ricordiamo che nel caso di film, la pesantezza del download può sfiorare il Gb per una discreta definizione, fino ad arrivare a diversi GBb in caso di alta risoluzione delle immagini o contenuti in 3D. In mezzo a tutto ciò, per il popolo di fruitori di questi contenuti multimediali, il popcorn rimane l'alimento d'elezione da utilizzare durante la visione degli stessi. Da qui il nome del nuovo programma online Popcorn Time, che proprio come Netflix, permette di accedere a un'immensa videoteca pirata e quindi di natura completamente illegale. Il tutto per di più avviene in forma gratuita, e i contenuti raggiungibili non si limitano ai soli film, ma sfruttando i di per sé leggermente più macchinosi torrent, permette di accedere anche a giochi, programmi e musica, per la maggior parte coperti da copyright. L'applicazione, nonostante l'estrema facilità di utilizzo che consiste nell'istallare un programmino da 20 megabyte per ottenere l'accesso a tutto il materiale di cui sopra, è completamente illegale anche nell'utilizzo, e rischia di mettere in crisi l'industria dell'intrattenimento, a cominciare dai film on demand. Per ora quindi, l'unica speranza di legalità, consiste nella speranza che gli operatori del settore vengano spronati a rendere più facile ed economico l'accesso ai propri contenuti, volgendo in positivo un'iniziativa che potrebbe distruggere la creazione di nuovi contenuti unici perché non più remunerativi visto l'emorragia di utenti paganti in favori dei circuiti illegali. Un effetto che potrebbe a lungo andare trasformarsi in un possibile boomerang negli amanti di questo mondo, ora facilmente accessibile anche grazie a Popocorn Time, ma che un domani, venendo a trovarsi privo di risorse, potrebbe fare un notevole passo indietro nella qualità offerta.


© Riproduzione Riservata.