BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

WHATSAPP / Crittografia end to end: i numeri crescono, 1 miliardo di utenti attivi (oggi, 7 aprile 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

WhatsApp (Infophoto)  WhatsApp (Infophoto)

WHATSAPP, CRITTOGRAFIA END TO END, I NUMERI CRESCONO, 1 MILIARDO DI UTENTI ATTIVI (OGGI, 7 APRILE 2016) - WhatsApp cambia, arriva la crittografia end-to-end, si può scrivere in corsivo e grassetto ma soprattutto… gli utenti crescono a dismisura e giusto la scorsa settimana si è scalinata quota 1 miliardo di utenti attivi in tutto il mondo. Fate un po’ voi in conti, un sesto della popolazione mondiale ha WhatsApp, una vera rivoluzione altro che semplice social network. Ma la sfida rimane in famiglia visto che l’unico in grado di contrastare l’impero della messaggistica istantanea è diretto controllo di Facebook, padrona anche di WhatsApp da circa un’anno. Con Messenger infatti gli utenti attivi risultano ad oggi 900 milioni, con la rincorsa che prosegue a grande velocità: «sarà possibile d’ora n poi avviare conversazioni in modo rapido grazi a Messenger Codes, Usernames e Links», sono le novità lanciate dall’azienda per le prossime settimane. Una guerra tutta in famiglia, con WhatsApp che però può contare su un fattore che neanche la nuova crittografia può cambiare: la semplicità, forse il vero elemento vincente di questa semplice eppure diffusissima App.

WHATSAPP, CRITTOGRAFIA END TO END, QUALI INFORMAZIONI NON VENGONO CRIPTATE? COSA CAMBIA DAVVERO (OGGI, 7 APRILE 2016) - Con la novità avanzata da WhatsApp per tutti i dispositivi mobile del mondo che riguardano la crittografia end-to-end la reazione degli utenti è stata molto più di incertezza che non di giubilo: questo perché per quasi nessuno è realmente chiaro che cosa cambierà d’ora in poi e la risposta e infatti quasi niente, almeno a livello di utilizzo quotidiano. Semplicemente le informazioni che gravitano sul nostro account WhatsApp non potranno essere accessibili né alla società controllata da Facebook né da agenzie governative, andando a protezione del cliente (specie dopo il precedente Fbi-Apple per il caso San Bernardino). Ebbene, ci tiene a precisare il team di esperti di AndroidBLog che non proprio tutte le info dei server sulle nostre conversazioni sono criptate anche ora dopo l’utilizzo del sistema end-to-end. A termini di legge infatti, WhatsApp è obbligata a non criptare e a salvare sui propri server la data, l’ora ed il numero di telefono di colui che ha inviato o ha ricevuto un determinato messaggio di testo. Vale la stessa cosa anche per i messaggi vocali o per i file multimediali: tradotto, nessuno potrà tranne noi e il destinatario leggere il contenuto dei nostri messaggi, ma queste info rimangono comunque non criptate per necessità di legge.

WHATSAPP, CRITTOGRAFIA END TO END, LE NOVITÀ ANCHE PER GRASSETTO E CORSIVO: COSA CAMBIA DAVVERO (OGGI, 7 APRILE 2016) - Da ieri e per tutti questi giorni il vostro WhatsApp vedrà, chi prima e chi dopo, l’ormai arcinoto messaggio di crittografia end-to-end con il quale si avvisa la gentile clientela che da ora il servizio di chat istantanea più utilizzato al mondo prevede una forma di privacy e sicurezza che prima non c’erano e per questo solo io e il mio destinatario potranno leggere il messaggio contenuto. Da ieri infatti, o in generale dall’ultimo aggiornamento eseguito, WhatsApp non potrà più decifrare i messaggi di tutti gli utenti, anche in presenza di una richiesta dell’autorità come ha insegnato il caso recentissimo (e probabilmente scatenante) tra Fbi e Apple, dopo la strage di San Bernardino. Tante le novità però sul nuovo WhatsAppcrittografato” e non solo di privacy ma anche, e forse queste sono le vere novità attese dagli utenti, di utilizzo e forma: da mercoledì infatti è possibile scrivere le parole anche in corsivo, grassetto o con il testo barrato. Le diverse formattazioni del testo che si possono usare sul computer, ora si possono inserire anche sul cellulare con una novità di visuale comunque interessante. Come funzionano? Se si vuole scrivere in corsivo, baserà inserire un trattino basso prima e dopo la parola scelta (_corsivo_), mentre per il grassetto  e il barrato funzionerà nel medesimo modo, cambiando i simboli: *grassetto* e ~barrato~. Come sul computer sarà poi possibile inserire anche il mitico grassetto-corsivo, in che modo? Bravi, lo avete già capito: _*grassettocorsivo_*.

< br/>
© Riproduzione Riservata.